Benedetta Zilli: “Scotland Yard mi ha levata dalle grinfie di uno stalker”

Benedetta Zilli aveva partecipato al Grande fratello 8 col marito Thiago Barcelos. Ora racconta: “Ero andata in Inghilterra perché avevo capito che in Italia sarei rimasta ingabbiata nel ruolo di moglie rompiscatole e gelosa che gli autori del Grande fratello mi avevano costruito. Dopo aver lavorato nel ristorante di mio zio, ho trovato lavoro come cameriera. Con me c’era un amico, Curtis Eduards, che viveva con me, ma quando è diventato mio superiore ha cominciato a trattarmi male. La gente mi diceva “è pericoloso”. Così, quando Thiago mi ha raggiunta, ho cercato un appartamento con lui. Curtis è uscito di senno e ha raccontato a mio zio una serie di bugie sul mio conto. Io l’ho aspettato fuori dal lavoro e gli ho urlato “Perché hai raccontato quelle bugie?” e lui mi ha schiaffeggiata e insultata finché non lo hanno fermato. L’indomani, spaventata, mi sono rivolta a Scotland Yard. Non solo, quando ho chiamato il ristorante dove lavoravo, mi hanno detto di non metterci più piede, perché durante il litigio avevo addosso la loro maglia. Non cerco visibilità, è assurdo che una donna rimanga disoccupata per colpa di un pazzo! E non pensate che tra me e lui ci fosse una tresca: a lui piacciono i maschi!”

Fonte: Visto

About Edicola

Un commento

  1. Ma lei non era quella con un lavoro di successo che manteneva il marito appena arrivo’ dal Brasile? adesso fa la cameriera?? :boh

Inserisci un commento

Not using HHVM