Fabrizio Corona condannato in via definitiva a 5 anni di reclusione, Salvatore Angelucci commenta su Facebook…

Fabrizio Corona

E’ di un paio di giorni fa la notizia che la Corte di Cassazione ha definitivamente confermato la condanna a 5 anni di reclusione per l’ex paparazzo Fabrizio Corona che dovrà scontare la pena detentiva e pagare mille euro di multa per estorsione aggravata e trattamento illecito dei dati personali del calciatore francese David Trezeguet.

Di ieri la notizia della assoluta irreperibilità di Corona che dopo la sentenza ha fatto perdere ogni sua traccia. Nel frattempo i commenti sulla vicenda sono stati numerosissimi, tra questi lo status apparso sul profilo Facebook dell’ex tronista di Uomini e donne Salvatore Angelucci:

Facebook

About Isa

55 commenti

  1. Non sono d’accordo sui paragoni del tipo “quello merita l’ergastolo perchè ha fatto una cosa piu grave, corona merita di meno” ecc ecc.. La mentalità è sbagliata. In italia in materia di giustizia facciamo acqua.da tutte le parti, peró iniziamo a farci entrare in testa che chi sbaglia paga. Corona non ha fatto cose di poco conto, anzi.. Merita dunque i suoi bei 5anni in carcere. Allo stesso modo meritano di marcire in prigione tutti quelli che rubano, che uccidono, che rapinano, che ricattano.. Tutti vanno puniti se sbagliano, ma non mi si puó dire che paragonato agli altri casi quello di.Corona “vale” meno e che quindi in proporzione 5 anni sono troppi.. Così anche noi contribuiamo allo scatafascio della giustizia.

    • Ma il punto è proprio questo: non è vero che in Italia chi sbaglia paga. Il nostro è uno dei sistemi più garantisti al mondo ed anche più ingiusti, perchè non tutela chi rispetta le regole e vive nella legalità, bensì chi sceglie di delinquere e di calpestare le regole, in nome di una finalità rieducativa intrisa di vacua retorica che ha fallito in pieno. Personalmente sono d’accordo con quanto scritto da Isa. Il problema nel nostro Paese non è rappresentato soltanto dalle leggi sbagliate, ma anche dal modo con cui esse vengono applicate. Il tanto discusso caso dell’omicidio commesso da colui che sotto l’effetto di alcol o droga investe con la propria auto un passante, ad esempio, costituisce un fulgido esempio del potere distorsivo che i giudici esercitano nei confronti della legge. Se la giurisprudenza non si fosse così irragionevolmente impuntata nel ricondurre tale fattispecie nell’alveo della colpa cosciente o della semplice colpa, anzichè in quello del dolo eventuale, la giustizia non sarebbe così ingiusta. Il problema investe tutto il sistema che è permeato da una mentalità a mio avviso aberrante.

  2. Non posso che concordare con Isa (che ovviamente ne sa più di me) e con tutti coloro che si stupiscono ancora del sistema penitenziario italiano.
    Ora l’attenzione massima è su Corona quando c’è ancora un MICHELE MISSERI (per citarne solo uno) a piede libero, che quantomeno dovrebbe essere condannato per OCCULTAMENTO DI CADAVERE.
    E noi pensiamo a Corona?!
    Ma mi per piacere!

    E colgo l’occasione anche per dire che tutta la satira , le interviste (la D’Urso in primis), il libro e chi più ne ha più ne metta sono quanto di più irrispettoso ho visto nella mia vita dopo l’omicidio di una povera bambina.
    Tutto questo mi fa INORRIDIRE. Altro che Corona!

  3. il post e i commenti sono interessantissimi, purtroppo ho poco tempo anche se vorrei argomentare di più
    pertanto in breve, premettendo che non ho seguito il processo di corona, e quindi prendo la sua condanna definitiva, dopo ben tre gradi di giudizio, come verità giudiziaria da riconoscere e rispettare (pur potendola commentare negativamente), concordo in linea di massima con teti84, pure sulla confusione dell’ angelucci, che mi sa che ha fatto un poutpurri tra condanne definitive e misure cautelari. il che ci sta anche, da un estraneo alla materia, però poi di solito (a prescindere dall’angelucci, faccio un discorso generale) se da un lato ci si lamenta della mancanza di calibro tra reati, ad esempio tra stupro/omicidio e estorsione, chiedendo il carcere subito in caso di stupro, poi ci si lamenta pure dell’ingiustizia delle misure cautelari precedenti alla condanna definitiva, e quindi non se ne esce.
    poi che il nostro sistema-giustizia faccia acqua da troppe parti è purtroppo un altro discorso e concordo tristemente, ma anche qui, concordo con teti84: la troppa discrezionalità di alcuni pm e giudici è da stigmatizzare, e tanto per fare un esempio la vicenda sallusti è al limite del ridicolo (e io non sopporto sallusti), ma purtroppo il problema è a monte: è il codice che lo permette, secondo me andrebbero cambiate parecchie cose, ma d’altro canto siamo il paese dell’ad personam: isa afferma che ci sono i pm e i giudici ad personam (ed è concretamente possibile e in certi casi vero), ma ancor più grave che siamo in un paese in cui negli ultimi anni le leggi ad personam sono state un’allegra realtà, e grazie ad esse qualcuno ha depenalizzato e giocato con le prescrizioni a suo piacimento, essendo presente, direttamente o indirettamente, tanto nel legislativo (dove pure figurava l’avvocato) tanto nell’esecutivo. per me un sistema del genere è un sistema malato e un paese che presenta tali anomalie (del tutto regolari, visto che nessuno ha occupato abusivamente alcunché), unite alla mancanza della certezza della pena, e dove parlare di ragionevole durata dei processi fa più ridere che altro, è un paese che non va e che va da poche parti. e dire che la nostra costituzione è splendida.
    e purtroppo penso che tutta questa situazione rispecchia in pieno la società civile: del resto, il fatto che il parlamento sia pieno di indagati/condannati è ampiamente esplicativo. e io son disperata perché del mio diritto di voto non so proprio che farmene da qui a qualche settimana :bleah
    ecco, se c’è una cosa che mi stupisce di corona è non essermelo ritrovato a montecitorio :sisi forse lo ritroveranno ad antigua o panama
    e comunque, se nel mondo dei paparazzi ciò che ha fatto corona è normale, immagino che i giudici si saranno informati riguardo a eventuali fatture, prezzo del mercato delle foto in questione ed eventuale corrispondenza con quanto effettivamente richiesto ecc ecc e, personalmente, devo dire che non ho avuto l’impressione che corona sia stato preso di mira da pm e tribunali, visto che nella precedente condanna gli hanno concesso l’affidamento ai servizi sociali, che non era automatico e non è che con il comportamento che ha ripetutamente e menefreghisticamente tenuto fino ad adesso ispirasse tutta questa fiducia eh :crazy
    vabbè, alla fine mi son dilungata :emo33

  4. ultima cosa: anche le indagini andrebbero fatte sempre decentemente, e invece spesso sento di errori, dubbi che vengon fuori quando la scena del reato è stata irrimediabilmente contaminata ecc ecc
    e ad onor del vero, riguardo al caso scazzi-misseri un’attenuante alle persone che ci lavorano io la voglio dare: si tratta di realtà chiusissime, dove indagare e scoprire qualcosa facendo leva sulle persone è difficilissimo, la mia sensazione (ripeto sensazione) è che ci siano molti più soggetti implicati o che comunque sanno qualcosa ma che si son ben accordati su che versione dare. ci vorrebbero prove di altro tipo, contare su interrogatori e confessioni mi sembra utopico, purtroppo (e si torna alle indagini)

  5. È vero anche se è giusto che coronaaghi per i crimin commessi,quello che dice non è del tutto sbagliato! 🙂

  6. Scusate paghi e crimini 🙂 :emo24

  7. Facebook ha dato licenza a queste persone di parlare. E non mi riferisco solo ad Angelucci, ma anche allo stesso Corona, che nonostante la latitanza, ha dovuto per forza comunicare con quei fessi che lo seguono sui social network.

Inserisci un commento

Not using HHVM