Fattore M: spazio dedicato a Marco Mengoni. Marco vincitore del 63° Festival di Sanremo. Il successo straordinario de “L’essenziale”. La conferma della partecipazione all’Eurovision Song Contest 2013. La scaletta in anteprima del nuovo album, in uscita il prossimo 19 marzo…

Marco Mengoni

( rubrica a cura di Valentina P.)

C’eravamo lasciati a metà settimana sanremese, quando tutto era ancora da giocare. E pare proprio che il gioco sia andato bene perché, come tutti ormai sanno – ancora non ci credo! – Marco ha vinto il 63° Festival della Canzone Italiana. Premetto che io non me lo aspettavo per nulla; e non per sfiducia nei confronti del Mengoni – che ha fatto un figurone sul palco dell’Ariston – quanto per la presenza, sul podio, di Modà (superfavoriti dal televoto!) ed Elio e le Storie Tese (i cocchi della giuria di qualità). E invece, a sorpresa:

Sanremo 2013

Clicca sull’immagine per vedere il video

Un riconoscimento meraviglioso per un Festival impeccabile, che ha raggiunto l’apice nella serata di venerdì scorso quando Marco ha portato sul palco una struggente versione di “Ciao Amore Ciao”, canzone di commiato dell’indimenticato Luigi Tenco (per la quale anche la famiglia del cantautore scomparso ha ringraziato sentitamente Marco):

Video

Clicca sull’immagine per vedere il video

Avete presente quelle esibizioni che uno non dimenticherà mai? Ecco, io questa performance la porterò sempre con me. Credo che il Mengoni abbia sfondato una nuova “parete emotiva”, incarnandosi appieno nella storia e nel vissuto di Tenco. Da parte mia, non avevo mai “percepito” e compreso così profondamente questo pezzo. Un’interpretazione emozionante, suggestiva e coinvolgente. Che il Mengoni ha scelto di non reincidere, per non trasformare un frammento di anima in un’operazione commerciale. Chapeau Mengoni!

Tirando le somme, mi sento di affermare che la realtà ha superato le più rosee aspettative. Credo sinceramente che “L’essenziale” diventerà il pezzo più famoso della discografia del Mengoni. Dopo l’immeritato oblio di “Solo 2.0”, ecco che una giusta esposizione mediatica ha portato i suoi frutti: tutti conoscono e apprezzano questo pezzo (genitori, nonni, zii, cugini, amici prima diffidenti!), le radio lo passano (“L’essenziale” è il pezzo sanremese più trasmesso al momento!), la gente scarica il singolo, che non solo è primo su I Tunes da quando ha esordito, ma è già prossimo al platino. Il video ufficiale ha raggiunto i due milioni di visualizzazioni su YouTube in meno di una settimana. Addirittura è rientrato in classifica Solo 2.0. Per non parlare della fanpage ufficiale del Mengoni, cresciuta di oltre 40mila unità negli ultimi 7 giorni. Un successo personale senza precedenti per Marco, che pare stia passando dallo status di cantante emergente di nicchia, a fenomeno di massa. Miracoli di un festival che ha battuto ogni record di ascolto, facendo registrare numeri da capogiro. Sia lode a Fabio Fazio.

Ciliegina sulla torta. Sempre in occasione della kermesse, è stata divulgata la notizia che il Mengoni quest’anno rappresenterà l’Italia nell’Eurovision Song Contest, in programma a Malmo (Svezia) dal 14 al 18 maggio prossimi. Una splendida notizia perché – si sa! – non bisogna essere tirchi: le eccellenze nazionali vanno condivise. Ed il Mengoni ha notoriamente uno stile more international!

Altra notizia sostanziosa questa settimana riguarda la data di pubblicazione del nuovo progetto discografico. C’era chi mormorava che sarebbe uscito a fine marzo, e invece il Mengoni, dalla sua viva voce (direttamente dalle frequenze di RDS) ha confermato che il pargolo vedrà la luce il 19 marzo prossimo. Il giorno della festa del papà, quindi.
E per non farsi mancare niente, ieri sera ha coronato il tutto con questa graditissima sorpresa direttamente sulla sua pagina FB ufficiale:

Anteprima #Prontoacorrere

……………………………………………………………………………………………………..
RAGAZZI L’HO RUBATA PRIMA CHE USCISSE.. ZITTI TUTTI, NON DITELO A NESSUNO.. 🙂

..tracklist provvisoria

#PRONTOACORRERE
1. L’essenziale
2. Non me ne accorgo
3. Non passerai
4. Un’altra botta
5. La vita non ascolta
6. Pronto a correre
7. Bellissimo
8. La valle dei re
9. I got the fear
10. Avessi un altro modo
11. Evitiamoci
12. 20 Sigarette
13. Deserto
14. Una parola
15. Natale senza regali

-26 AL NUOVO SOUND.. PRONTIACORREREEEEEEE
……………………………………………………………………………………………………..

#Prontoacorrere. 15 brani, ben 15. Di cui (tranne che per “L’essenziale” e “Bellissimo”) noi non sappiamo nulla nulla nulla, e quindi non ci resta che depennare ansiosamente i giorni dal calendario… quanto mancaaaaaaa?

Per salutarvi, ecco una splendida foto postata qualche giorno fa dal nuovo (efficientissimo!) staff del Mengoni:

Marco Mengoni

che ovviamente si riferisce al “making of” della copertina del singolo “Bellissimo”. Che meraviglia!
Alla prossima!

About Isa

7 commenti

  1. Io a Marco voglio bene :angel questa è la premessa.
    Negli ultimi mesi devo dire che mi sono un po’ allontanata da lui e non l’ho più seguito in modo costante, fondamentalmente perché non c’era niente di nuovo all’orizzonte.
    Ad essere sincera non mi aspettavo niente da questa partecipazione a Sanremo, pensavo passasse in sordina, c’erano altri nomi molto più quotati in principio, poi avevo letto qualche critica sui suoi brani e ho pensato “ecco fatto, non lascerà il segno”.
    Invece il segno l’ha lasciato eccome, in primis con l’esibizione in “ciao amore ciao”, poi con il suo brano vincitore. Che piace, e molto, niente da fare.
    A me all’inizio non aveva convinta, sarà che mi aspettavo qualcosa di diverso, sarà che puntavo tutto sul brano della Nannini che avrebbe cantato subito dopo, sarà che lui era troppo emozionato e non ha reso… ma mi ha lasciata abbastanza indifferente, anche se è brutto dirlo.
    Poi, vedendo che riscuoteva molti consensi, anche e soprattutto da chi non ha mai apprezzato particolarmente Marco, ho provato a riascoltarlo più volte e l’ho rivalutato.
    Non è il capolavoro del secolo, è una canzone abbastanza classica, ma ha iniziato a piacermi e mi capita di canticchiarla… poi diciamocelo, la sua voce rende speciale qualsiasi cosa!!!
    Non volevo che vincesse per via delle polemiche, ma sono sincera: sono davvero felice per lui e forse, in fondo ma mooolto in fondo nel mio inconscio, ci speravo!
    Gli auguro il meglio!!! E speriamo che con un nuovo staff le cose vadano meglio!
    :chapeaux

    • le polemiche se l’è in gran parte evitate grazie a kekkkko & friends :ghigno ringraziamo fazio per quella che io consideravo un’assurda idea (ovvero prendere i modà): un applauso a quel genio che li ha presi come potenziale bersaglio di critiche come legittimatori di qualsiasi altra vittoria in un sanremo dalla qualità piuttosto elevata (e se non era quello l’intento, applausi comunque :appla )
      e poi se l’è evitate perché il ragazzino sa come ipnotizzare la gente con le sue performances
      tenco poi per me ha legittimato degnamente la sua vittoria :sisi e chissenefrega se non era in gara :emo52
      mi aggiungo ai complimenti per lo staff: si sanno muovere (più di me sicuramente :ride ) e lui lo vedo molto sereno

  2. Bravissimo Marco!!! Vittoria meritata, la sua canzone è una delle poche che non mi stanco mai di ascoltare a differenza delle altre che hanno già stancato…si vede che da quando ha partecipato a x factor ha lavorato molto e cresciuto artisticamente…

  3. Marco Mengoni con “Ciao amore ciao” ha vinto il festival di Sanremo con un’interpretazione davvero struggente e toccante convincendo anche i più scettici! :chapeaux
    Poi la sua canzone è bella, sia chiaro non ha un testo spettacolare o una musica imperdibile ma qualcosa di SPETTACOLARE c’è, la sua voce che, in questo pezzo, viene esaltata in tutta la sua magia e delicatezza! Ha fatto, secondo me, un festival MERAVIGLIOSO senza sbagliare nulla, dalle esibizioni ( solo la prima era sottotono ma era veramente agitato! ) al look o alle interviste! E’ diventato ormai un fenomeno di massa, gli auguro il meglio per il suo talento immenso e per la grande e bella persona che è! :emo14

  4. premessa numero 1: io dei gusti musicali generali italiani non ci capisco una mezza ceppa, è evidente. dopo la prima serata ero convinta che sarebbe passato non dico inosservato, ma un po’ en passant, come l’ennesimo talent che propone musica più vecchia di lui e la solita melensaggine. e invece batte i modà pure al telefoto ( :eyes ) schizza al primo posto delle vendite e mi va a vincere sanremo tra le ovazioni del pubblico in sala :red è evidente, non ci capisco proprio nulla :ride (e mi fa piacere per lui)
    e lo fa pure nel consenso non dico generale ma diffuso (ecco la funzione dei modà a sanremo :ghigno ). pure mio babbo, musicalmente fermo (e chiuso) agli anni ’70 con l’eccezione delle nuove creature dei figli di quegli anni lì, e da sempre estimatore degli elii se ne esce bello pimpante con un: ‘deve vincere mengoni’, e al mio ‘sei serio :emo46 ?!’ lui risponde bello fresco ‘sì certo, è stato bravo, è forte, ha una bellissima voce e la canzone non è così brutta. quella di elio bella, geniale ma non da vincere il festival’, e alla sua vittoria se n’è uscito con un ‘grande!’ mengoni deve essere un esperto di ipnosi
    premessa numero 2: quando marco canta al 90% dei casi io perdo la trebisonda :eyes non c’è nulla da fare, mi piace troppo e riesce a rendermi gradevole pure la nenia sanremese, e non mi è mai successo. m’è pure entrata in testa :eyes :eyes dopo il primo disastroso ascolto devo ammettere che il pezzo, nel suo genere, è buono . è che io a quel genere sono abbastanza allergica quindi le mie orecchie tendono ad intendere la solita indistinta solfa. invece forse non è così, anche solo per il testo che, pur non essendo un capolavoro. mi piace abbastanza (tranne un punto tipicamente casaliniano). ma l’interpretazione di marco pesa tantissimo su questa rivisitazione
    nonostante ciò, io non l’avrei fatto vincere (tifavo i marta), non l’avrei neanche messo sul podio, l’avrei piazzato in un più che onesto quinto/sesto posto, però mi fa piacere per lui e sicuramente ci voleva dopo lo snobbaggio di solo 2.0
    ecco, io lo avrei premiato assolutamente per la migliore interpretazione di sanremo story: meravigliosa, al limite della perfezione, da 10. me l’aspettavo bella, ma non così. ecco, per me può pure aver vinto e convinto con una ballad, io mi tengo questa perla e sono contenta che l’abbiano vista tutti: per l’omaggio splendido a tenco prima di tutto, e poi perché sono queste le canzoni all’altezza di marco. gli auguro, prima o poi, di averne proprie di livello simile (per me è soprattutto un complimento)
    bella anche la decisione di non registrarla e lucrarci su :sisi a me dispiace perché vorrei tanto quella versione lì nel mio lettore,visto che me ne sono innamorata :triste ma capisco e in fondo condivido

  5. Finalmente Marco ha avuto quello che si meritava finalmente la gente gli riconosce un talento unico e ci ha messo anche troppo a capirlo. Anche a me all’inizio l’Essenziale non aveva entusiasmato però poi riascoltandola mi è entrata in testa e l’ho apprezzata sempre più. Io da fan sono veramente orgogliosa della fugura che ha fatto a Sanremo, di quanto sia migliorato, di una splendida Ciao amore ciao che giustamente ha detto che deve rimanere lì dov’è senza essere incisa :chapeaux

  6. il post s’è perso mezzo per strada :ride
    per quanto riguarda il cd: non so cosa aspettarmi, son sincera. bellissimo per me continua ad essere brutta come canzone, quindi spero che non sia indicativa. comunque ci sono 15 (!) tracce, almeno aumenta la probabilità che ce ne sia almeno qualcuna che mi soddisfi..incrocio le dita. intanto la tracklist mi pare interessante, alcune mi ispirano (tipo evitiamoci, pronto a correre, deserto, la valle dei re e natale senza regali)..ma è una semplice sensazione da titoli (per sanremo erano giuste, in fondo)
    mi piace particolarmente il nome del cd :sisi eh beh, insomma, mi cita (involontariamente, forse) una delle mie canzoni preferite, e io non posso evitare l’associazione mentale. insomma, SO che non c’incastra nulla e musicalmente non mi aspetto NULLA di simile, ma non posso evitare l’associazione e come concetto oh, se mi piace :sisi
    la presunta copertina invece, sincerità per sincerità, non mi piace per nulla: lui è un gran figo e ci siamo, l’idea delle strisce indiane mi piacerebbe pure, magari senza la sensazione di paint usato da uno poco più capace di me (ovvero: zero), ma soprattutto è mai possibile che non si possa prescindere dai faccioni?! anche quel celestino non mi convince del tutto…ma insomma, l’importante è la sostanza ecco. per me possono lasciare tutto così se il contenuto è buono :prega
    ps. per l’eurovision spero in una scelta (della canzone) giusta. non so cosa aspettarmi (aiuto :pesi )

Inserisci un commento

Not using HHVM