Fattore M: spazio dedicato a Marco Mengoni. La partecipazione al concerto “4 marzo” in onore di Dalla. Continua il successo straordinario de “L’essenziale”. Le versioni inglesi di “Non passerai” e “Pronto a correre”. Marco probabile conduttore di Discoring su Rai1? La mini-intervista per la trasmissione Gazebo…

Marco Mengoni

( rubrica a cura di Valentina P.)

Dunque, quest’oggi – lo dico a priori! – mi dovrete sopportare. Dedicherò infatti molto spazio allo straordinario evento tenutosi in Piazza Maggiore, in quel di Bologna, lunedì 4 marzo 2013. Sarebbe stato il settantesimo compleanno del grande Lucio Dalla, che invece un anno fa ci ha lasciati all’improvviso. Per commemorare la ricorrenza, è stato organizzato un mega-concertone in cui grandi nomi della musica italiana – da Renato Zero, a Giuliano Sangiorgi, e poi Fiorella Mannoia, Mario Biondi, Andrea Bocelli, Samuele Bersani, Ron, Ornella Vanoni, ovviamente il nostro Marco Mengoni e tanti altri – si sono ritrovati per celebrare in musica l’artista scomparso.

Evento bellissimo, uno spettacolo musicale degno di questo nome e della straordinarietà della produzione musicale di Dalla. Anche grazie al contributo di Marco. Com’è noto, io sono sua fan, e dunque apprezzo di solito le sue performance. Ma credo sinceramente che in questa circostanza – così come in occasione di Ciao Amore Ciao, eseguita nella serata di “Sanremo Story” – il Mengoni abbia proprio dato una svolta stilistica alla sua carriera. Una svolta radicale, che valorizza il suo percorso artistico, fino ad ora basato principalmente sulle sue mirabolanti doti vocali. Ecco a voi le esibizioni a cui faccio riferimento, nell’ordine la struggente “Tu non mi basti mai”:

e “Meri Luis” (già incisa da Marco in duetto con Dalla nell’ultimo lavoro discografico del cantautore bolognese):

https://www.youtube.com/watch?v=6QkT7FDMLbA&feature=endscreen&NR=1

In queste performance, io vedo un cantante che intenzionalmente rinuncia all’estetica del canto, per dare senso e peso alle parole. In passato, il Mengoni avrebbe fatto faville (vocali) sui pezzi di Dalla. Adesso quasi sussurra il testo, sfruttando le sue note medio-basse, scandendo le parole con cura quasi maniacale, e rinunciando del tutto a ogni forma di narcisismo vocale. Mette in secondo piano sé stesso per valorizzare il testo. Pare proprio che Marco abbia (finalmente) deciso di diventare un vero – vero – interprete. Discorso a parte merita “Meri Luis”, dove le tonalità del pezzo erano quelle, e che Dio benedica le corde vocali del Mengoni. Voce, controllo, musicalità, e chi più ne ha, più ne metta.
Smetto di parlarne per decenza, ma potrei continuare ad oltranza.

Sul fronte carriera, mancano meno di 15 giorni all’uscita di #prontoacorrere, il nuovo attesissimo album, e le novità in merito (specie in riferimento alle collaborazioni autorali e musicali) latitano. Per fortuna del Mengoni, l’attesa per il disco è molto alta soprattutto grazie allo straordinario successo radiofonico de “L’essenziale”, che continua a mietere consensi di pubblico. Il singolo è ancora primo su iTunes, ed è tutt’oggi il brano più trasmesso dalle radio italiane… roba da non crederci. Il videoclip ha abbondantemente superato le 5 milioni di visualizzazioni sul canale VEVO di YouTube. Con tutte queste premesse, il disco… vabbè, non lo dico per scaramanzia. A proposito, nelle ultime ore lo staff ha divulgato la notizia che, nella Special Edition dell’album riservata ad iTunes, ci saranno altri due brani: “My magnetic heart” (versione inglese di “Non Passerai”) e “Put the light on” (versione inglese di “Pronto A Correre”). Mi pareva strano che il Mengoni avesse rinunciato ad inserire pezzi anglofoni nel suo disco! Yeah!

Voltando pagina, com’è ormai chiaro, Marco nell’ultimo periodo è sulla cosiddetta cresta dell’onda; tutti lo vogliono, tutti si proclamano suoi estimatori, tutti lo incensano. E pare addirittura che gli sia stata proposta la conduzione di un programma RAI nella prossima stagione televisiva. Mi riferisco a “Discoring”, storica trasmissione musicale della rete ammiraglia, per la quale il Mengoni dovrebbe essere affiancato da Alice Bellagamba, ballerina targata AmicidiMaria. Ma per ora sono solo parole.

In chiusura di rubrica, un piccolo stralcio d’intervista di Marco alla trasmissione Gazebo di Rai3, in cui il nostro ha parlato (e soprattutto riso) con il conduttore di libertà, ideologia e politica, per vedere il video cliccate QUI a partire dal min 36:25):

Alla prossima settimana!

About Isa

Un commento

  1. Strepitose le esibizioni del 4 marzo si a livello interpretativo che vocale :emo20

Inserisci un commento

Not using HHVM