Piero Pelù: “Sono un coach tenero, ma il cuore resta rock”

Visto

Tra i quattro coach di The Voice, il più carismatico è lui, il leader dei Litfiba Piero Pelù. Piero prende le distanze dai soliti format: “Non è né un reality, né un talent. Io non sono un giudice, ma un coach. E’ importante sottolineare questi due aspetti, perché sono le ragioni per cui ho accettato di partecipare”. A 51 anni si sente sempre la persona dal cuore ribelle che era una volta: “Bisogna essere ribelli, se no la vita è una noia mortale. La ribellione non può essere un atteggiamento, altrimenti non sei rock. Rock è sinonimo di libertà. Le mie tre figlie sono ribelli. Se ci si mettono mi fanno a pezzi. L’autorità da padre io non la esercito, l’autorità non funziona”. E per quanto riguarda The Voice, aggiunge: “Per il momento stiamo cercando… la voce. Sicuramente tra loro c’è qualcuno che potrebbe diventare il cantautore del futuro o un rocker. Insomma, quello che  sarà lo vedremo solo con il tempo, fuori dagli studi televisivi”.

Fonte: Visto

About Edicola

Inserisci un commento

Not using HHVM