Fabrizio Corona infuriato: “Portatemi Carlos!”

Gente

L’avvocato di Fabrizio Corona ha dichiarato: “Ci sono vari processi in sospeso. Sommando le varie condanne si potrebbe arrivare a 20 anni di carcere”. In pratica, una condanna che non si dà nemmeno agli assassini seriali in Italia. Non solo: al momento gli è proibito ricevere le visite del figlio Carlos. Lo scorso 14 febbraio, pareva che lui e la sua ex moglie Nina Moric fossero d’accordo su questo punto, ma poi l’accordo è saltato. La naufraga ha consegnato al tribunale un documento in cui chiedeva di annullare l’accordo e si è quindi tornati al divorzio contenzioso. L’avvocato della Moric spiega: “La decisione di rimandare le visite di Carlos è per il bene del bambino. Non sono i genitori che decidono, ma una psicologa accreditata che ritiene i tempi poco maturi. Il bambino è ben disposto a vedere il padre, ma entrare in un carcere può essere traumatico per lui. L’esperta deciderà quando sarà il momento; la Moric ha agito solo per il bene di suo figlio”. Il legale di lui ha invece spiegato:  “Fabrizio Corona è afflitto da gravi problemi comportamentali: ha agito con sfrontatezza, ha cercato di corrompere una guardia carceraria. Proveremo a dimostrare che ha agito solo in base a come era abituato in quel momento e al suo stato d’animo di allora: un’ansia quasi compulsiva di fare soldi. Non è un tipo da “buona condotta” e non sa stare senza far nulla: ha dei progetti che daranno lavoro a circa 80 detenuti!”

Fonte: Gente

 

About Edicola

Inserisci un commento

Not using HHVM