Max Cavallari: “Bruno, non farmi scherzi: torna o vengo a prenderti!”

visto

Max Cavallari, noto per il duo comico Fichi d’India insieme a Bruno Arena, racconta dell’incidente del suo storico amico: “Quando è svenuto sul palco di Zelig pensavo fosse uno scherzo. Non aveva nessun malessere prima di svenire e la sua emorragia cerebrale ha colto tutti di sorpresa. Ora mi farò stampare delle maglie con su scritto “Bruno sta bene”: “Come sta Bruno?” è la prima cosa che mi chiedono tutti! Non parla ancora, ma i medici dicono che è normale, dato quello che gli è successo. Quando vado a trovarlo gli racconto di cosa faccio e lui mi stringe la mano. Dopo tanti anni, non servono parole: ci capiamo solo con lo sguardo. All’inizio pensavo di smettere di fare il comico senza di lui, ma grazie a lui e a sua moglie ho capito che dovevo dare il doppio. A dicembre festeggeremo il nostro 25° anniversario e lui potrà stare sul palcoscenico. Mi sono stati vicini molti colleghi, mentre altri che reputavo amici no”. Max parla poi del suo nuovo progetto di lavoro: “La cena dei cretini è a metà tra la sit-com e lo spettacolo teatrale: il pubblico vede sia la cucina che il ristorante. Io sono Max Pizzeria, la prima donna è la gieffina Raffaella Fico. Ero prevenuto nei suoi confronti, perché la vedevo solo come la bellona di turno e la donna di Mario Balotelli. Invece è una persona meravigliosa, bravissima a recitare e simpaticissima quando parla in napoletano. In alcuni momenti mi ricorda Sophia Loren in La ciociara. Da piccolo ero timidissimo, poi con gli scout ho scoperto che facevo ridere. Io e Bruno ci siamo conosciuti all’oratorio e abbiamo fatto tanta gavetta, spettacoli nelle carceri, negli ospedali, nei locali per scambisti…”

Fonte: Visto

About Edicola

Inserisci un commento

Not using HHVM