Stefano Bettarini: “Dopo tanti tuffi nel blu, ora riemergo dal nero!”

Visto

Inizia bene l’estate di Stefano Bettarini: non solo vince il programma Jump, ma viene anche assolto dal processo per delle scommesse nel mondo del calcio. “Le mie vacanze sono iniziate: sono stato un paio di settimane coi miei figli a Viareggio, adesso mi preparo ad andare con la mia compagna Ilenia Iacono a Miami. Ma lì ci sarà anche la mia ex moglie Simona Ventura, così i ragazzi potranno raggiungermi. Jump non è stato facile per me, anche se sono un atleta. E’ stata una bellissima esperienza ed ho trovato persone molto simpatiche, come Cecilia Capriotti, Maddalena Corvaglia ed Enzo Salvi. Ed erano persone molto competitive, come me. Col processo Calcioscommesse, invece, mi hanno tenuto 9 anni sulla graticola tra spese legali e avvocati. Chi mi era vicino ha sofferto. Volevano far andare la causa in prescrizione, ma ho preteso l’assoluzione e così è stato: il fatto non sussiste. Mio figlio Nicolò, che ora ha 14 anni e gioca a calcio, mi ha detto che mi ha sempre creduto, nonostante le battute degli amici. Il piccolo Giacomo, invece, è stato il mio primo coach: lui va a scuola di tuffi da tre anni. Quando ha saputo che avevo vinto, è scoppiato a piangere. Ilenia mi ha conosciuto nel periodo peggiore della mia vita, quello delle indagini. Anche per lei la separazione è stata difficile, ma ora ho ottenuto l’affidamento esclusivo dei figli. Darò i 50.000 euro vinti a Jump al Cers Onlus e al suo progetto Adotta un angelo, che fornisce assistenza alle famiglie con bambini con gravi disabilità”.

Fonte: Visto

 

About Edicola

Inserisci un commento

Not using HHVM