Dopo Costantino Vitagliano, Alessandra Pierelli fa la mamma e la moglie di un giocatore di poker

Di Più

Lo scorso 27 giugno la storica corteggiatrice di Costantino Vitagliano, Alessandra Pierelli, ha avuto il suo secondogenito, Liam. Eccola, infatti sulle spiagge di Sabaudia, mentre si gode le vacanze in tutta tranquillità ed allatta il piccolo al seno. Pare, infatti, che la Pierelli non si trovi molto a suo agio a Montecarlo, dove vive col marito, Fabrizio Baldassarri, e ne approfitti per tornare dai genitori nella città natale. Da quando fa la mamma, Alessandra ha deciso di abbandonare il mondo dello spettacolo, anche se in realtà ora la sua vita è ancora più instabile dal punto di vista economico: suo marito, per mantenersi, gioca a poker da professionista. Nel 2010 pare che abbia guadagnato ben 600.000 euro, ma negli anni successivi ha guadagnato il minimo sindacale. La loro storia è stata intensa e fulminea: nel giro di quattro anni si sono sposati ed hanno avuto due figli. Un amico di Alessandra, però, racconta: “Lei non è fatta per vivere lì, è una “vera”, non una “con la erre moscia”. Adora la natura, era abituata alla villa col giardino, ai suoi cani, al beach volley. Insomma, per la sua nuova vita, Alessandra ha dovuto fare molte rinunce, prima tra tutte quella ad avere un cane. “Non parla mai del mondo dello spettacolo. Forse a volte ci pensa, ma non lo dà a vedere. Tra essere una stella e una mamma non ci sono paragoni: i figlio sono la cosa più importante che la vita le abbia dato e ha scelto di allattare Liam, anche se può rovinare il seno, contrariamente a molte donne dello spettacolo”. E pare che Fabrizio voglia lasciare il poker per dedicarsi al golf, lasciare Montecarlo e prendere una villa con giardino in un Paese caldo, per trovare la serenità.

Fonte: Di Più

 

About Edicola

3 commenti

  1. felicissima per alessandra :cuore

  2. bellissima..ke c’è di meglio ke stare ad allattare il proprio bambino in spiaggia a sabaudia?!!!è stata sempre una brava ragazza :birra auguri ale!

Inserisci un commento

Not using HHVM