Costantino Della Gherardesca: “Il colmo: conduco un reality che va fino in Thailandia, però…Soffro di una brutta fobia che porta a evitare di viaggiare”

top

Costantino Della Gherardesca è stato tra i concorrenti più amati della prima edizione di Pechino Express, tanto da essere promosso a conduttore per la seconda edizione del programma. Intervistato, dichiara: “Lavoro con Magnolia, la casa produttrice del programma, da due anni e sanno che soffro di varie manie, tra cui l’agorafobia: non amo viaggiare e quando squilla il telefono, temo siano sempre cattive notizie. Con una vena di sadismo, mi proposero Pechino Express e io accettai la sfida con me stesso, per vincere le mie paure. Ora viaggiare è diventato un divertimento! Adesso che ho fatto io da conduttore, ho scoperto vantaggi e svantaggi: rispetto ai concorrenti dormivo meno, ma ho vissuto in condizioni igieniche migliori! Se avessi potuto scegliere io il cast, avrei scelto la coppia Wanna Marchi e sua figlia Stefania Nobile, oppure Gad Lerner e Daria Bignardi. Avrei mandato in un viaggio senza ritorno i politici omofobi! Dello spettacolo, invece, amo Vittoria Cabello: la domenica rimanevo a casa per non perdere il suo programma! E’ una mia “nipote mancata” e sarei stato fiero se mio nipote Barù, che partecipò in coppia con me a Pechino Express, avesse continuato la relazione con lei, ma lui ha troppi grilli per la testa. Lui non ne è uscito per niente devastato, anzi, ha molte donne e ha iniziato anche a fare il modello! Del mio privato, invece, posso dire che sono un single felice. Sono cresciuto nei collegi, quindi ho imparato a stare da solo e non sento l’esigenza di creare una famiglia. A dir la verità non posso neanche permettermela, perché sono un nobile decaduto e solo se avessi i miliardi potrei pensare di diventare padre!”

Fonte: Top

 

About Edicola

Inserisci un commento

Not using HHVM