Milly Carlucci: “Da Massimo Boldi ai belli d’Italia, dai modelli più affascinanti alle star di Hollywood: ecco quelli che farò ballare!”

Di Più

La conduttrice Milly Carlucci è lieta di annunciare il ritorno di Ballando con le stelle: “Siamo tornati un anno e mezzo dopo l’ultima edizione, anziché un anno. La Rai ha deciso di creare un po’ di attesa intorno alla nuova edizione. Insomma, abbiamo usato la vecchia tattica del “lasciarsi desiderare”. Ci sarà una scenografia mozzafiato, ma il vero asso nella manica è il cast. Sono tredici, sette uomini e sei donne. Ci sono tre attori famosi: Roberto Farnesi, Massimo Boldi e Lorenzo Flaherty, e il giovane Federico Costantini. Poi, due sportivi: il pallavolista Luigi Mastrangelo e il pallanuotista di origini cubane Amaurys Perez, e il modello e dj brasiliano Jesus Luz, ex di Madonna.
Le protagoniste femminili sono: l’ex Miss Italia Francesca Testasecca, la campionessa di scherma Elisa Di Francisca, l’attrice Veronika Logan e la conduttrice Alessandra Barzaghi. E poi due straniere: Nastassia Kinski, attrice tedesca trapiantata negli USA, e la modella brasiliana Lea T, che però è nata uomo e si chiamava Leandro. Poi ha cambiato sesso ed è diventata una delle modelle più ammirate del mondo. Ed è per questo che l’abbiamo invitata.
Quando Ballando va in onda, sono a lavoro 24 su 24 e dormo in media tre o quattro ore la notte, perché ogni sera abbiamo delle riunioni e la mattina mi alzo alle 7. Ma con me ho sempre il mio “antistress”, mio marito Angelo. E’ la roccia su cui ho fondato la mia vita: stiamo insieme da 33 anni e siamo sposati da 28. Quando lo vedo dietro le quinte, so che tutto andrà bene. Mia figlia Angelica ha studiato in Università prestigiose a Londra e Oxford ma ora vuole fare l’imprenditrice con lui; anche Patrick studia Economia a Londra, ma lavora anche come dj e compone musica elettronica. Le mie sorelle Gabriella e Anna hanno abbandonato la tv: la prima è in Parlamento, l’altra lavora come regista e autrice. Io non mi sono mai sentita arrivata, guardo sempre al traguardo successivo”.

Fonte: Di Più

 

About Edicola

Inserisci un commento

Not using HHVM