Il meridione non deve morire: molti vip per la campagna di sensibilizzazione sulla ‘Terra dei fuochi’

Buongiorno ragazze/i! Mi chiamo Antonia e scrivo da Capua, provincia di Caserta.. Dal Meridione.. Dalla cosi detta Terra dei Fuochi! La mia TERRA ogni giorno è bistrattata, violentata, umiliata da chi non AMA e RISPETTA questa terra. Ogni giorno questa terra dei fuochi fa nuove vittime.. Donne, uomini, anziani, bambini.. Già, anche e soprattutto bambini.. Anime innocenti, pure, fragili, gioiose che non possono uscire a giocare all’aria aperta, o non possono aprire una finestra, a causa del tanfo, della puzza ke aleggia nell’aria.. Mi rivolgo a questo blog, perchè vengono affrontati anche argomenti seri.. Mi rivolgo a tutte/i voi perché sia Isa che Chia sono in contatto con molti personaggi noti al mondo dello spettacolo, e molti di loro attraverso dei cartelloni, hanno “adottato” una città della Terra dei Fuochi.. Io chiedo ad ognuno di loro di venire, anche solo una giornata, in questa Terra “maledetta” e vedere con occhi e toccare con mano il degrado che da anni questa Terra è costretta a subire.. Grazie x l’attenzione, Antonia!

E sono moltissimi i vip che hanno messo il loro volto per promuovere la campagna di sensibilizzazione a questo enorme problema ed hanno “adottato” un comune della Terra dei fuochi. Tra loro anche FiorelloAlessia MarcuzziEmma Marrone, Paolo Bonolis, Fabrizio Frizzi e moltissimi altri. Ma forse il cartello più toccante è quello del piccolo Leon Pappalardo, figlio di Selvaggia Lucarelli e Laerte Pappalardo rivolto alle centinaia di bambini che a causa dei rifiuti tossici si ammalano e muoiono di leucemia e tumori:

La Terra dei fuochi - Leon Pappalardo

Vi segnaliamo QUESTA pagina su Facebook in cui potrete trovate qualche informazione più dettagliata sulla questione della Terra dei fuochi.

AGGIORNAMENTO – Anche Teresanna Pugliese per La terra dei fuochi, le foto dopo il salto. 

About Isa

17 commenti

  1. Vorrei/potrei spendere tantissime parole in merito ma in queste realtà è davvero difficile far germogliare messaggi di “rinascita”.

  2. Purtroppo i bambini muoiono e la mafia e i suoi corrotti si arricchiscono sempre di +……..che schifo!!!!!!!!!!!!!!!

  3. Questa realtà esiste da ANNI! E l’Italia se ne accorge solo ora. Tempo due settimane e già se ne saranno dimenticati tutti. Senza contare che queste iniziative lasciano il tempo che trovano. Io non voglio essere adottata da un Fiorello o da una Lucarelli, voglio che lo Stato si impegni a salvarmi e salvare i miei cari da una morte annunciata!

  4. Conosco perfettamente questo problema.
    Per chi ne volesse sapere di più consiglio di guardare il servizio delle iene di martedì sera fatto da Nadia Toffa che si è occupata di questo grandissimo problema che interessa non solo la campania ma tutta l’italia.
    Un servizio raccapricciante, la gente continua a morire per queste esalazioni..

  5. E’ importante che se ne parli e che si porti l’attenzione su questa situazione allucinante. L’indifferenza verso problemi che riguardano tutti mi spaventa e questa la trovo una bella e utile iniziativa. E’ chiaro che non basta per risolvere le cose ma, come sempre, se si accende una luce si guadagna in consapevolezza e senso di civiltà.

  6. ho visto il servizio alle iene e son rimasta di pietra…una cosa orribile…purtroppo prima di adesso nn ne sapevo nulla…spero che davvero si riesca a risolvere questo grandissimo problema!!!

  7. piccolo appunto Isa 😀 Teresanna non centra con l’iniziativa in questione adottata dai vip :nono mi sembra di aver capito Terry ha partecipato insieme alla radio di cui è stata ospite ieri 😀 Questa è la pagina faceb con le persone cui hanno preso parte all’iniziativa :https://www.facebook.com/laterradeifuochiriguardatutti. Terry ha fatto un gesto lodevole :chapeaux però insomma insieme alla radio non con l’iniziativa di questo post. Ho fatto un pò di giri di parole 😛

    • Si,beh, l’iniziativa è la stessa alla fine. Poi che abbia partecipato con la radio o sola conta poco. 🙂

    • Hai ragione sulla pagina facebook della terra dei fuochi non c’è Teresanna, sulla pagina ciascun personaggio ha una solo foto in cui adotta una città per sensibilizzare l’opinione pubblica sulla terra dei fuochi,la foto vicino al logo del club poteva pure evitarla,non è una pubblicità a se stessa. Comunque ‘iniziativa è partita dalla Lucarelli che ha chiesto ad amici e personaggi famosi di aderire,quindi sono i promotori che assegnano a ciascun pergonaggio la città da adottare per sensibilizzare l’opinione pubblica, ci sono Katia,Ascanio,la Pellegrini,Sakara,Francesca Fioretti, Alessandro Preziosi,Victoria Cabello,Caterina Balivo,Fiorello e tanti altri si stanno aggiungendo per far crescere la pagina e dare visibilità alla situazione che stanno vivendo queste persone :chapeaux

  8. Io ci vivo in questa maledetta “terra dei fuochi”. Ci sono nata, nel bene o nel male la sento come l’unica casa possibile per me, anche se per anni ci hanno avvelenato l’aria, l’acqua, il cibo, la vita… Ho 23 anni, da quando ne ho 6 insieme alla mia famiglia ho partecipato a sitting di protesta contro la nascita di discariche abusive, a manifestazioni ambientaliste con lo scopo di sensibilizzare la popolazione alla raccolta differenziata, a progetti scolastici di ogni tipo che potessero insegnarci le regole basilari relative al rispetto per l’ambiente e per la natura che ci circonda. Ad oggi le strade del paese in cui vivo sono pulite, tutti cerchiamo di rispettare quanto più possibile la raccolta differenziata dei rifiuti porta a porta.. Il problema è che non appena giri l’angolo e ti inoltri in stradine poco trafficate trovi di tutto, rifiuti di ogni genere, che provengono da ogni luogo, e che se non sono prontamente rimossi dal comune vengono bruciati dopo pochi giorni. Ed ecco che si scorgono fumi neri ovunque, in lontananza… ti chiedi per un momento se una fabbrica abbia preso fuoco, ma poi ritorni alla realtà e ti rendi conto che non può essere quello il motivo che ha provocato questa atrocità. E ti chiedi se tutto quello che hai imparato sull’importanza della differenziazione, sul rispetto delle regole, sia alla fine servito veramente a qualcosa.
    Poi ti ritrovi a ripercorrere in automobile una stradina di periferia, luogo che per anni ha subito lo sversamento di rifiuti tossici, che ti conduce verso un grande centro commerciale, progettato da architetti di fama mondiale. Vi scorgi campi coltivati, anziani contadini che ogni giorno con dedizione impiegano tutte le loro energie per curare una parte del loro cuore, un appezzamento che posseggono da anni e a cui non vogliono rinunciare. E ti chiedi sulle tavole di quali famiglie alla fine giungeranno i frutti di questo sudato ma vano lavoro.
    Giungi finalmente al centro commerciale, e ti chiedi se lo stesso non sia sorto sulla schifezza che si è accumulata per ANNI nel sottosuolo, perchè è stato consentito ai potenti di agire completamente indisturbati, completamente incontrollati.
    ANCHE NOI ABBIAMO IL DIRITTO DI VIVERE IN UN AMBIENTE SANO, NON AVVELENATECI OLTRE, NON NE POSSIAMO PIU’.
    E’ lodevole tale iniziativa, spero solo che possa servire CONCRETAMENTE a qualcosa

  9. Pazzesco,ho visto anche io il servizio delle Iene e son rimasta sconvolta,specialmente dalla mamma di 26 anni che è morta di tumore in 4 mesi,uno strazio infinito….. Leggendo delle persone che vivono in questa terra sapendo di essere ogni giorno esposti alla contaminazione ,sale una rabbia assurda verso il menefreghismo delle istituzioni e della gente….nei programmi ci si interessa a parlare del matrimonio di Belen e di altre cavolate per deviare l’attenzione su questi problemi….

  10. Iniziativa lodevole :chapeaux ma se ne parla ancora troppo poco, sono cose che si sanno da anni ma nessuno fa, e probabilmente, farà mai niente. La situazione non è tanto diversa nelle zone dei poligoni militari sardi, peccato che continuino a dire che i tantissimi casi di tumore siano dovuti ad altro, sì come no :frusta . Il servizio delle iene è sconvolgente, non ci sono parole!!

  11. Ho appena recuperato il video… mamma mia ragazze, sono sconvolta… ammetto che per mia ignoranza non ne sapevo niente… è terribile, ho un nodo alla gola… non ho altro da dire 🙁

  12. Graaaaazie di cuore a Isa e Chia x aver pubblicato la mia lettera…io spero davvero che questa lotta,nn finisca cm al solito in una bolla di sapone! Il Sud…ha bisogno di ognuno d noi…e nn solo cn le parole…ma cn i fatti…documentatevi e capirete il degrado che il sud è costretto a subire

Inserisci un commento

Not using HHVM