Roberta Lanfranchi: “A casa tifano per me, ma aspettano Beyonce”

Visto

La showgirl Roberta Lanfranchi racconta della sua esperienza al Tale e quale Show: “Lo guardavo da casa, vedevo i concorrenti in gara e li trovavo bravissimi. Non credevo di poter partecipare, finché il mio agente non mi ha proposto di fare il provino. Io l’ho fatto, ma senza troppa speranza. Ho cantato una canzone di Madonna e una di Giorgia, ma non erano vere imitazioni. Quando mi hanno detto che ero nel cast, mi sono seduta per la paura e per la gioia. Mio figlio più grande, Matteo (16), vorrebbe vedermi nei panni di Beyoncé, ma so che non ce la potrei fare. Anche Francesco, che ha 9 anni, è molto contento. Invece all’ultimo, Ettore, di un anno, canto la ninna nanna! Canto tutta la giornata e mi prendono in giro perché non vedono l’ora che cambi canzone la settimana successiva! Le prove sono lunghe e impegnative, ma autori e coach ci vengono incontro. Mio figlio Matteo gioca nelle giovanili della Lazio e spero che mantenga la serenità che lo contraddistingue. Ha la passione per il calcio, ma la prima cosa deve rimanere lo studio. Io e il mio ex marito, Pino Insegno, abbiamo cercato di trasmettere ai nostri figli i valori e l’educazione. Il mio secondo marito, Emanuele Del Greco, è un autore televisivo. Mi dà un grande aiuto, ci confrontiamo su tutto e mi ha suggerito un paio di personaggi da imitare. A livello privato sono molto felice con lui e nostro figlio Ettore; da quello professionale sono felice di partecipare a Tale e quale show e desidero farlo bene, perché so che poso imparare molto. Non penso che il mio ruolo di conduttrice possa essere sminuito, anzi: sto sperimentando il ballo e il canto già nei miei spettacoli teatrali”.

Fonte: Visto

About Edicola

Inserisci un commento

Not using HHVM