Michelle Hunziker: Fiocco rosa per lei e Tommaso. Oh Sole mia… / Stacanovista sì o no? Ecco cosa ne pensano le donne dello spettacolo (e non solo)

Vip

Mercoledì 9 ottobre alle 22 circa è arrivata Sole, la figlia di Michelle Hunziker e del suo compagno Tomaso Trussardi, a 17 anni di distanza dalla prima figlia di lei, Aurora, avuta dal cantante Eros Ramazzotti. La piccola ha anticipato giusto di qualche ora il compleanno della nonna Ineke, che ha accompagnato Michelle anche in sala parto. Al momento del parto, la conduttrice ha avvisato i colleghi di Striscia con un messaggio: “Ciao amici, ciao Virgi (Virginia Raffaele, co-conduttrice). Oh scusate, stasera ho un impegno a cui non posso rinunciare. Stiamo bene, adesso devo spingere un po’ e ci vediamo presto” con la solita ironia.
Provvisoriamente sostituita dal Gabibbo, dopo quattro giorni, Michelle era già di nuovo dietro al bancone del Tg satirico ed è partita la polemica: è troppo presto? Si è comportata da stacanovista? Secondo altri, invece, è una privilegiata e le donne oggi riprendono a lavorare subito. La showgirl Belén Rodriguez ha dichiarato: “Ognuno vive la sua vita e la sua gravidanza. La mia l’ho vissuta bene e sono stata fortunata; se decido che le cose devono tornare al loro posto subito, lo fanno. Al lavoro sono tornata dopo due mesi perché c’erano di mezzo le vacanze e mi sono goduta mio figlio. Santiago mi segue ovunque, ma è un bambino buonissimo, che dorme da mezzanotte alle 11 del mattino”. E raccontano la loro esperienza tante altre mamme in carriera, come Sarah Varetto (direttore di Sky Tg24 e moglie di Salvo Sottile), i ministri Giovanna Melandri e Maria Stella Gelmini, l’europarlamentare Licia Ronzulli, la giornalista Cristina Parodi, la conduttrice e politica Irene Pivetti, le imprenditrici Marina Salomon, madre di 4 figli, e Luisa Todini e infine Anna Falchi, attrice, imprenditrice e concorrente di Jump: “Io i primi tre mesi sono stata un’unica cosa con mia figlia, ma non significa che giudico male Michelle. I pediatri mi salteranno addosso, ma credo che una volta che sia nutrito e cambiato, un neonato stia a posto. Poi chi sa quanto impegno serve per Striscia? Tutto è relativo”.

Fonti: Chi; Vip

About Edicola

4 commenti

  1. Non sono d’accordo un conto è chi ha necessità di tornare al più presto a lavorare un altro e chi come la Hunziker non ne ha affatto bisogno (tra i soldini suoi e quelli del marito possono “sopravvivere” senza lavorare per qualche mese) ma torna dopo 4 giorni dico 4 assurdo al lavoro per non fare prendere il loro posto w qualche altra collega per paura chissà di perdere visibilità ma una brava professionista cara Michelle stai sicura che non viene dimenticata per qualche mese di assenza dai teleschermi…..

  2. Queste polemiche mi sembrano davvero sterili…. ognuna vive la gravidanza e il parto in maniera del tutto soggettiva..c’è chi ha bisogno di settimane per riprendersi e chi dopo 3 giorni sta già saltando…Non capisco perchè se Michelle era in forma,avrebbe dovuto stare comunque a casa …per godersi di più la figlia??? Ma anche questo è soggettivo,ci son donne dello spettacolo che affidano i figli alla tata h24 anche in vacanza,quelle forse se li godono? Io non credo che lei abbia fatto una scelta contro sè stessa,se è tornata subito a lavoro è perchè è in una posizione privilegiata in cui può permettersi di conciliare la neonata e Striscia senza stress,avrà chi si occupa della bimba mentre lei conduce….. E fare il paragone con mamme “normali” che lottano per i diritti delle donne è assurdo,il suo non è un lavoro da impiegata o cameriera…Quindi che razza di esempio avrebbe dovuto dare?? è una libera professionista e in quanto tale decide lei quando lavorare o no,in base a Mediaset ovviamente!

  3. Io ho sentito che lei diceva: “Torno subito perchè il lavoro non è una malattia”. Ok, su questo sono d’accordo, anzi è più che giusto. Però voglio dire, ti è nata una bimba da 4 giorni, il tuo pensiero non è “voglio stare con lei, non lasciarla un momento?”. Boh, io queste cose non le capisco, la nascita di un figlio è la cosa più bella che ti possa capitare nella vita, perchè tu che puoi non te la godi ogni istante, almeno all’inizio? Tutta questa frenesia e voglia di apparire come superwoman io non la capisco, le superwoman sono altre, per fortuna aggiungo.

  4. la gravidanza nn è una malattia e ognuno la gestisce come meglio crede…….l unica cosa che nn sn d accordo sn i giornalisti che le dipingono come delle donne-eroe…anke la Ventura la chiamavano SuperSimo ckè con 2 figli e una in affido faceva l Isola dei famosi……ma super di che????? Sono privilegiate prendono cachet che una normale neanche in 10 anni vede tt quei soldi….hanno al loro cospetto….tate….domestiche chi gli lava chi gli stira chi gli prepara da mangiare…….lavorano quelle 3/4 ore poi s a disposizione del bebè……se vogliono eppure alla vita mondana difficilmente rinunciano………superdonne sn quelle che si dividono tra lavoro figli marito cucina lavatrici e ferri da stiro altroché loro!!!!!

Inserisci un commento

Not using HHVM