Lory Del Santo e i 30 anni di Drive In: “Lì ho nascosto una gravidanza”

top

Era l’11 ottobre 1983 quando andò in onda la prima puntata di Drive In, la trasmissione “cult” di comicità e costume ideata da Antonio Ricci. Tra le sexy protagoniste c’era anche Lory Del Santo, che oggi ricorda: “Non ho mai fatto un provino, la redazione aveva il mio numero di telefono e mi chiamò per far parte del programma. Era una trasmissione di successo, mi garantiva grande visibilità ed ero sempre sulla cresta dell’onda, senza dover cercare altri lavori; insomma, era il top. Ci ho lavorato per tre anni e il mio problema è sempre stato dover trovare un progetto nuovo. A un certo punto, però, sono rimasta incinta ed ero terrorizzata che per questo motivo mi mandassero via dal programma. Cercavo di nascondere il più possibile la gravidanza, ma non era facile. Ho lavorato fino al sesto mese, dato che riuscivo a nascondere bene la pancia. Ma il problema non era quello: a causa di una disfunzione, avevo un’extra produzione di saliva. Indossavo un paio di guanti nei quali sputavo dopo ogni battuta ed era molto stressante. Dopo esser diventata mamma la prima volta di Conor, nel 1986, avrei voluto altri figli, ma ho usato delle precauzioni perché volevo continuare a lavorare: è questo l’unico rimpianto della mia vita. All’epoca stavo con Eric Clapton, che non capiva il programma e cosa facessi conciata così. Andavo su e giù tra Milano e Londra e non è stato facile. Non ho più contatti con nessuno del programma, se ci incontriamo ci salutiamo con grande simpatia, ma non ci sentiamo perché c’è una certa differenza d’età coi comici. Ho sempre amato essere una “donna oggetto”: chi se ne frega! E’ molto più facile essere amati per la propria bellezza che dover sbandierare la propria intelligenza. La mia piccola intelligenza l’ho sempre tenuta nascosta nella scrivania, perché ho pensato che in ogni caso mi sarebbe potuta servire. A volte degli uomini mi mandano messaggi con errori nei verbi, ma poi mi mandano delle foto dei loro corpi e mi dimentico della sintassi: d’altronde, il congiuntivo è quasi estinto! Ho sempre desiderato sedermi dietro al bancone di Striscia: ho molto senso dello humour e l’ho dimostrato a Markette, con Piero Chiambretti“.

Fonte: Top

 

About Edicola

Un commento

Inserisci un commento

Not using HHVM