Sergio Arcuri, pronto a salpare e a fare lo zio: “Mia sorella è incinta e io vi parlo già di nome, tate e dintorni. Con una sola certezza, mai come Michelle Hunziker”

Top

Dopo tanti anni in caserma, Sergio Arcuri è tornato a vestire la divisa! Stavolta, però, si tratta di interpretare un comandante nella fiction Forza 10, la cui puntata pilota è stata già registrata: “E’ stato il ruolo ideale per me, che ho frequentato l’Accademia per anni. Siamo saliti a bordo della MSC Fantasia e abbiamo fatto una crociera di due settimane. C’erano 4500 persone a bordo, perciò abbiamo avuto un problema di location e abbiamo girato giorno e notte”. Quando gli si chiede cosa pensa di Sabrina Ferilli (dato che dicono che sia sua sorella Manuela Arcuri sia la sua erede), risponde: “La conoscevo già di persona, ma non mi aspettavo che fosse così professionale. Lei e Manuela hanno fatto carriere diverse, ma per il fatto che entrambe siano romane è normale che siano paragonate. Hanno in comune la vena ironica: Manuela è molto comica, ma si tende ad enfatizzare il suo lato fisico. Ho girato anche la fiction Furore, con Alessandra Martinez, Giuliana De Sio, Francesco Testi…Interpreto un commissario di polizia corrotto”. Poi, quando gli si chiede se è pronto a diventare zio, dato che sua sorella è incinta del compagno Giovanni Di Gianfrancesco, dice: “Certo! Anche se adesso si sposasse per me non cambierebbe molto, perché considero già Giovanni mio cognato; in fondo è solo una formalità. Mi ha telefonato e mi ha detto che doveva dirmi qualcosa di importante. Dato che ci sentiamo sempre, ho immaginato che fosse incinta o che voleva sposarsi. Sogna il matrimonio, ma adesso viene prima il bimbo. La vedo benissimo nel ruolo, perché è dolce e attenta, è la migliore sorella che si possa avere. Non credo proprio che la rivedremo subito a lavoro, come Michelle Hunziker! Non voglio giudicare le scelte altrui, ma Manuela la pensa come me: un neonato deve godere del contatto con la mamma 24 su 24. Sarà una mamma “all’italiana”, come ci ha insegnato nostra madre; forse vorrà una baby sitter quando tornerà a lavorare. Credo che sceglierà un nome italiano, al massimo con qualche variante moderna. Sembrava non trovare mai l’uomo giusto perché non è facile trovare un partner che accetti di finire sui giornali e sulle bocche della gente. Io sono single per lo stesso motivo”.

Fonte: Top, Eva Tremila Mese

About Edicola

Inserisci un commento

Not using HHVM