Diego Armando Maradona: “A casa mia dimentico i guai con l’Italia”

Chi

Il mito del calcio Diego Armando Maradona apre le porte della sua casa di Dubai in esclusiva per Chi: “Qui ci sono sempre il sole e il mare. Dubai è il futuro: vivo sempre in totale sicurezza e la privacy è garantita da un’amministrazione efficiente. Qui puoi addormentarti, svegliarti il giorno dopo e vedere strade, ponti e grattacieli che la sera prima non esistevano! In Italia mi trattano da delinquente, ma non lo sono”. Maradona, infatti, è stato nei guai per il fisco e ha recentemente chiesto di incontrare Sofia Loren, che dopo molti anni è stata giudicata innocente per il reato di evasione fiscale: “Non sono ancora riuscito ad incontrarla. Ho letto la sua storia, quanti dolori…Ma alla fine ha avuto giustizia. La mia storia con il fisco dura da 25 anni con toni paradossali, ma farò conoscere a tutti la verità. Sto scrivendo un libro con un giornalista che ha seguito tutta la storia e il mio avvocato. Non ho mai avuto debiti col fisco, ma spero in una soluzione istituzionale per risolvere quest’ingiustizia. Non mi è mai stato notificato un atto: in quel periodo ero in Argentina e lottavo per la vita. Presto mi piacerebbe anche girare un film sulla mia vita. Se potessi tornare indietro, non ripeterei certi errori del passato, che mi hanno fatto perdere tempo e hanno fatto soffrire la mia famiglia: la droga era un mostro che stava divorando la mia vita, ma non ho avuto paura di combatterlo. Stava per uccidermi e lasciare le mie bambine senza il papà, ma da 10 anni Maradona e la droga non si incontrano più. Molti fingevano di essere miei amici per interesse ed alcuni mi hanno sfruttato. Cosa non mi perdonano in Italia? Di essere napoletano dentro e di aver vinto e sconfitto tanti altri ai Mondiali del 1990!”

Fonte: Chi

About Edicola

Inserisci un commento

Not using HHVM