Un incendio distrugge la casa del ‘Grande Fratello’: a rischio la tredicesima edizione del reality

Casa Grande Fratello

La nuova edizione di Grande Fratello avrebbe dovuto prendere il via il prossimo 23 Gennaio ma adesso è tutto da vedere: questa notte intorno all’una un incendio negli studi cinematografici e televisivi di Cinecittà a Roma ha totalmente distrutto la casa pronta ad ospitare i concorrenti della tredicesima edizione del reality.

Sul posto si sono recate otto squadre dei vigili del fuoco e fortunatamente non si sono registrati feriti, restano ignote le cause dell’incendio.

Oltre alla casa le fiamme hanno distrutto anche le strutture limitrofe adibite negli anni a spazi funzionali al programma (tugurio, stanze segrete, ecc.) e la sala che ospitava la regia del reality show. Cosa succederà adesso alla tredicesima edizione del papà di tutti i reality?

About Isa

10 commenti

  1. mi dispiace per l incendio ma se nn lo fanno mi fanno un favore
    solo la prima edizione del gf ha avuto un senso ed è stata interessante
    le altre sn state inutili perche piene di persone in cerca di fama
    e tra l altro è un programma PILOTATISSIMO

  2. Certo non si puo’ chiamare programma, felicissima che l’ abbiano fatto fuori, finalmente !

  3. A me dispiace per tutte le persone che ci lavorano e che hanno passato mesi e mesi a sistemare tutto. Certo,sarà un programma trash e pilotato,ma da lavoro a un sacco di gente.

  4. se queste sono le premesse… :ghigno

  5. Mi spiace per tutte le maestranze che con il GF avrebbero avuto lavoro assicurato per diversi mesi (tra pre-produzione e reality) e che adesso potrebbero non lavorare ma per il resto sono contenta che la produzione sia in bilico.

    Il GF è sempre stato un programma dalla forte impronta autorale, non potrebbe non esserlo perché se in un reality non ci fossero storie da raccontare non ci sarebbe nulla da vedere, però con l’era Marcuzziana si è arrivati ad un livello di bassezze e meschinità nei confronti dei concorrenti davvero vergognose. Per carità, chi fa il GF sa benissimo a cosa va incontro ed è disposto a tutto pur di diventare popolare anche per soli 15 minuti, però questo non autorizza gli autori a trattare i ragazzi come cavie da laboratorio, almeno dagli esperimenti sulle cavie la scienza ricava dei dati, nel trattare di emme un poveraccio o una poveraccia che si vendono l’anima per la lucina rossa cosa si produce? Spettacolo? Divertimento? Giusto giusto materiale per i programmi scadenti targati Videonews.

Inserisci un commento

Not using HHVM