Andrea D’Alessio di X Factor: “Sono un gigante buono, ma ho grinta da vendere!”

Visto

Andrea D’Alessio, il ragazzotto timido e riservato di 1,94 metri e 135 chili, è stato eliminato ad un passo dalla finale di X Factor: “Un po’ me l’aspettavo, avevo una sensazione negativa anche se non ero mai stato in ballottaggio. Ho cominciato a fare musica tardi, quelle a X Factor sono state le mie prime esibizioni, quindi è un buon risultato. Ogni momento è stato fondamentale, ho vissuto tutte e sette le puntate allo stesso modo. La vita dentro il loft è stata una situazione anomala e piena di sorprese. Inizialmente ero un po’ chiuso, poi mi sono aperto e si è creata anche con gli altri la sintonia giusta. Non mi è mancato nessuno, perché sono single, solo il supporto morale della mia famiglia e mio fratello. Il mio coach Morgan è stato una grande sorpresa: ha saputo darmi grinta e mi ha trasmesso tanta voglia di fare, ci ha saputo tirare su il morale. Ho confermato la mia opinione sui giudici, tranne su Simona Ventura: dalla tv vedi che è una grande presentatrice, da vicino scopri che è di un’umanità splendida e l’ho rivalutata tanto”. Lui ha portato anche una novità a X Factor, il beatbox: “Vedendo il video di un ragazzo francese, mi sono appassionato e ho sviluppato un minimo di tecnica: unisco questo alla mia anima soul”. Infine, dichiara: “Ho visto X Factor come una scuola: esci con un bagaglio che altrimenti ti sogneresti. Ci sono grandi professionisti che lavorano per te, è un’occasione irripetibile. Vorrei mettere in pratica gli insegnamenti ricevuti e vorrei pubblicare un album tutto mio. Studiavo Chimica e Tecnologie farmaceutiche, ma la passione per la musica è più forte. Ho 22 anni e vorrei provare a realizzare questo sogno della musica, perdermi almeno un anno o due per vedere cosa succede. Devo assolutamente tentare, mi è stata offerta un’esperienza che intendo sfruttare al massimo”. E sul vincitore Michele Bravi, conclude: “Con lui si è creato un legame di stima e amicizia e spero di poter collaborare con lui in futuro. E’ unico, sa trasmettere emozioni e il pubblico se ne sta accorgendo”.

Fonte: Visto

 

About Edicola

Inserisci un commento

Not using HHVM