Ornella Vanoni: “A 79 anni ricomincio tutto!”

Chi

La cantante Ornella Vanoni ha ben 79 anni e un carattere talvolta pungente con chi non le sta a genio. Nel suo nuovo appartamento a due passi dal Parco Sempione di Milano, Chi la intervista: “Ho deciso di traslocare perché la mia casa precedente era diventata troppo grande per me. Questa è 130 metri quadri anziché 250. A parte le mie opere d’arte, i vetri di Murano e una cassettiera, è tutto nuovo. Archiviare tanti anni di ricordi è stato drammatico, un massacro fisico e psicologico. Ho pianto, urlato, ululato e singhiozzato, ma poi ho elaborato il lutto. Ho scoperto che avevo tre scaldasonno, ma i ricordi li avevo ancora intatti”. Dopo aver scritto la sua autobiografia, ha preparato l’ultimo album di inediti e si prepara per andare in concerto: “Cosa dovrei fare? Giocare a burraco e aspettare di morire? Non voglio vivere oltre i 90 anni, ma finché vivrò voglio lavorare, ho bisogno di stare in azione. Ora sono serena, forse perché non ho un uomo. “Mi chiama, non mi chiama? E’ intelligente, è stupido?” meglio la mia barboncina Why: è stato amore a prima vista, viviamo in simbiosi, la porto anche al cinema di nascosto. Ho avuto tanti uomini, ma non so come li ho conquistati. I meno intelligenti impazzivano per il mio culo, gli intelligenti per la testa e il culo. Ho amato una donna, ma l’ho fatta anche soffrire perché il sesso femminile non mi piace. La mia parte maschile è “frocia”. Non rifarei quello che ho fatto con Giorgio Strehler, le trasgressioni artistiche e sessuali, mi fa schifo, mi viene da vomitare. Quella là non c’è più. Ho amato moltissimo Gino Paoli: ora compie 80 anni, magari potremmo fare un concerto insieme. Non mi manca il rapporto fisico, ma la tenerezza, un uomo con cui dialogare. Forse uno sta piovendo dal cielo: uno scrittore piuttosto conosciuto, con 15 anni meno di me. Non parlo mai di mio figlio Cristiano per sua scelta. Per volere di mio marito ricominciai a lavorare, così io ho perso mio figlio e lui ha perso me”.

Fonte: Chi

 

About Edicola

Inserisci un commento

Not using HHVM