Michele Bravi: “Io bravo ragazzo? Lo dite voi!” e ringrazia Morgan: “Lui mi ha dato la carica!”

Oggi

Il vincitore di X Factor 7 Michele Bravi è già stato ribattezzato “Gianni Morandi II”, “Harry Potter rivisitato da Tim Burton” e perfino “tesorino”, da Simona Ventura. E quando gli si dice che forse a conquistare il pubblico è stata l’aria da bravo ragazzo, risponde: “In realtà sono prepotente: quello che è mio, è mio. Sono molto disilluso e sono una persona complicata: da 19 anni cerco di capirmi e non ci riesco”. Intanto, ha dedicato la vittoria a suo nonno Luigi: “Lui è una caricatura vivente: ha l’entusiasmo di un bambino, è un grande. E mi ha insegnato che se vuoi qualcosa, te la devi sudare”. Michele, il cui padre è oncologo e consigliere provinciale del PD, ha frequentato il Liceo classico, si è diplomato con 100 e andrà comunque all’Università: “Mi iscriverò a Filosofia. Anche per fare il cantante c’è bisogno di riferimenti culturali. Dopo aver glissato sul fenomeno “One Direction” (“Non li ho mai ascoltati, ma se piacciono un motivo ci sarà”) e aver dichiarato di esser single (“L’amore non si può programmare: se capiterà l’occasione, non mi tirerò indietro”), rivela: “Amo gli animali e ho cinque cani. Uno di loro si chiama Rita Levi Montalcini: gli auguro la stessa longevità”. Parlando del suo coach Morgan, che detiene il record mondiale di vittorie a X Factor, spiega: “Sa sperimentare. Mi ha assegnato brani diversi da quelli che cantavo di solito, così mi ha fatto crescere. Quando mi ha assegnato Jimi Hendrix, abbiamo quasi litigato e sono andato in panico, ma lui mi ha dato tanta carica”. Infine, quando gli si fa notare che a differenza della vincitrice dello scorso anno, Chiara Galiazzo, lui non andrà subito a Sanremo, risponde: “Non mi interessa andarci tanto per fare: mi ci vedrete quando avrò un progetto forte”.

Fonte: Oggi, Nuovo

 

About Edicola

Inserisci un commento

Not using HHVM