Alda D’Eusanio: “Dopo il coma vado dal neurologo. Vi racconto la mia verità sulla polemica con la Rai e poi… volto pagina”

Top

Due anni fa la conduttrice Alda D’Eusanio fu investita da un motorino e ha passato alcuni giorni in coma: “Dopo il coma non sono tornata più forte, ma più fragile. Ora mi sto curando, sono tornata dal neurologo, che ha preso in mano la situazione e ha ricominciato a curarmi”. A novembre, però, Alda ha sollevato un polverone a La vita in diretta: “Non ero stata invitata come opinionista, ma come donna uscita dal coma e si parlava di un ragazzo che è rimasto dieci anni in coma. Mi è stata chiesta la prima cosa che ho fatto quando sono uscita dallo stato vegetativo ed ho risposto “Il testamento biologico”. Cioè, ho scritto su carta che, se in futuro dovessi avere lesioni gravi, preferirei non sopravvivere, dichiarando la mia contrarietà all’accanimento terapeutico e nominando due tutori. Se uscire dal coma vuol dire avere una vita dignitosa è un conto, altrimenti no. Massimiliano, il ragazzo in trasmissione, per 10 anni non poteva muoversi, eppure capiva e sentiva tutto, e io ho detto che io nemmeno per dieci giorni sarei potuta stare nel suo stato. A volte ci vuole più coraggio a vivere che a morire e io quel coraggio non ce l’ho. A questo punto mi sono rivolta a mia madre e le ho detto di lasciarmi morire, se dovesse verificarsi. Ma non voleva essere un attacco alla famiglia di Massimiliano. Il conduttore, Franco Di Mare, ha subito preso le distanze. Ma da cosa, dal mio testamento biologico? Dopodiché, mi hanno mandato via dallo studio, dicendo che il tempo era finito e senza darmi la possibilità di spiegare il mio punto di vista e che la situazione era stata fraintesa. L’indomani, la Rai si è scusata con gli spettatori per il mio comportamento, ma avrebbe dovuto scusarsi per come è stato trattato l’argomento! Io ho scritto una lettera a Massimiliano, spiegandogli che dei ragazzi con gravi handicap non ho pietà, ma ammirazione per la forza che trovano. I padroni di casa, Di Mare e Paola Perego, sono spariti, anzi, lui ha rilasciato un’intervista dicendo che io ho insultato Massimiliano”.

Fonte: Top

About Edicola

Un commento

  1. sn contenta che sia stato scritto questo articolo che parla di franco di mare perche ci tengo a dire la mia su quest ultimo.
    io nn seguo la vita in diretta (innanzitutto perche paola perego nn la ritengo una brava conduttrice, sbaglia sempre i nomi, si confonde, sembra sempre che sia presente in studio cn il corpo ma mai cn la testa! -.-“) ma mi è capitato un paio di volte di seguire la parte sulla cronaca condotta appunto da franco di mare.
    ecco… posso affermare che non lo seguiro piu! È ancora meno sopportabile dell’amnesia frequente della perego perche lui fa le domande agli ospiti (domande del tutto banali,futili ed inutili, a volte anche incomprensibili) ma NON LASCIA MAI RISPONDERE!!! cioe fa la domanda, l ospite di turno inizia a rispondere e lui lo interrompe o ci parla di sopra!!
    ma che modo è???
    pensavo fosse una cosa sporadica invece quelle poche volte che l ho seguito si comporta sempre cosi!!
    se nn vuole che gli altri rispondano allora che nn facesse nemmeno le domande!! anzi.. che facesse un altro lavoro direttamente!
    una pesantezza unica!!!
    ma io dico… come li scelgono i giornalisti???
    sono sicura che se dessero qst lavoro (che a me piace tanto) a noi giovani disoccupati (invece che sempre alle stesse persone RACCOMANDATE) essi lo svolgerebbero molto piu che egregiamente!!
    pagare un canone poi per vedere questo scempio è ancora piu insopportabile!
    per nn parlare del fatto che quando trattano di persone purtroppo morte ecc ai familiari degli stessi li trattano cn una delicatezza pari a quella di un elefante su un tavolo di cristallo!
    scusate lo sfogo ma mi vengono i nervi a vedere questa incompetenza!!!!

Inserisci un commento

Not using HHVM