Dopo i doni…Adoni sotto l’albero, commentati da Flavio Barattucci, “il più bello d’Italia 2013”

Top

Lo scorso 14 dicembre Flavio Barattucci è stato incoronato “Il più bello d’Italia” del 2013, titolo in passato ottenuto da Ettore Bassi, Gabriel Garko e Raffaello Balzo. 25 anni, agente immobiliare, residente a Pescara, racconta: “Sono ancora frastornato. Non mi aspettavo questa vittoria, giunta davvero all’improvviso. Qui si sta parlando del concorso di bellezza che ha vinto anche Garko, che in Italia è il bello per eccellenza. Raoul Bova è bravo come attore, Alessandro Gassman è molto preparato e impegnato, lo stimo molto. Il mio idolo però non è italiano, è Matthew McConaughey: lo trovo bello e buca lo schermo. Anche Brad Pitt, nonostante i 50 anni, è sempre bello! Tra gli attori italiani per me il più bravo è Giuseppe Zeno, un attore strepitoso di bravura e bellezza rare. Anche in Marco Bocci è difficile trovare difetti…Forse la pelle troppo chiara? Di Daniele Liotti mi piacciono gli occhi, di Edoardo Leo invidio il fascino, ma è troppo belloccio. Così pure per Francesco Arca: bello, ma troppo spigoloso. Infine c’è Matteo Branciamore, che è un bravo attore, ma secondo me non rientra nella cerchia dei “belli”.” Tornando a parlare di sé, spiega: “Ora mi metterò sicuramente a studiare recitazione, sperando, chissà, di diventare come uno degli altri vincitori del concorso. Non so quale sia stata la mia carta vincente, c’erano centinaia di ragazzi! Sono single, ma proprio la notte dell’incoronazione ho conosciuto una ragazza interessante…”

Fonte: Top

About Edicola

Inserisci un commento

Not using HHVM