A 50 anni Antonella Clerici l’ha capito: a papà Eddy Martens bisogna dare spazio, ma non troppo…

top

“Sono tornata con quel gran gnoccolone del mio Eddy” ha scherzato la conduttrice Antonella Clerici, che però specifica che non è solo per la prestanza di Martens che ha fatto questa scelta: “Sono per il recupero, per difendere la famiglia. E’ molto facile oggi cambiare, il vero senso delle cose è restare, recuperare quello a cui tieni”. E a proposito della differenza di età, ossia dei 12 anni che lei ha in più, commenta: “Questo è un paese bigotto e maschilista. Se un babbione sta con una ventenne è normale! All’inizio mi guardavano molto male: un ragazzo meticcio conosciuto in vacanza…Il pregiudizio veniva soprattutto dalle classi elevate, mentre la gente comune è stata più bonaria, che capisce che stiamo bene comunque. Avevo un marito con 17 anni più di me, è finita comunque”. Sì, perché Antonella ha già due matrimoni alle spalle: uno giovanile col cestista Pino Motta e il secondo col discografico Sergio Cossa. “Ho imparato che non bisogna annullarsi, perché non si ottiene amore, ma disistima di se stessi e dell’altro. Per esempio, il pezzo di bistecca più bello era sempre per Eddy, ora a volte è anche per me”. Infine, quando le si chiede del motivo del suo successo, dice: “Sono una persona normale che fa un lavoro eccezionale. In un mondo dove tutte sono belle e uguali, la vera diversità è restare se stesse. Preferisco essere una bella donna per la mia età che cadere nel ridicolo” e quando le si fa notare che Eddy potrebbe innamorarsi di una più giovane, dice: “Certo, ma anch’io potrei incontrare un altro. Tra alti e bassi, differenza di età e cultura, il nostro rapporto è più difficile di altri, il nostro però è un grande amore. E se siamo ancora qui, un sentimento c’è”.

Fonte: Top

 

About Edicola

Inserisci un commento

Not using HHVM