Giulia Arena: bollette e affitto. Ci vuole il calendario delle Miss per arrivare a fine mese in bellezza

Top

Miss Italia 2013 Giulia Arena ha dimostrato, contro ogni polemica, di non essere solo bellissima, ma anche intelligente: frequenta la Facoltà di Giurisprudenza dell’Università Cattolica di Milano e ha un tatuaggio con la frase del XXVI canto della Divina Commedia “Fatti non foste a viver come bruti”, a ricordarle di non porsi mai limiti. Oggi racconta: “Non nego che vincere il titolo mi abbia rivoluzionato un po’ la vita, soprattutto perché da 19enne trasferitasi a Milano per studiare mi sono ritrovata protagonista di un tran tran che non avrei potuto immaginare. Miss Italia è un passepartout che per un anno mi permetterà di vivere molte esperienze e creare molti contatti. E’ una grandissima fortuna, che però va gestita con serietà, tant’è vero che i miei obiettivi non sono cambiati. Ho lasciato la mia famiglia per laurearmi ed è quello che farò, senza farmi distrarre da questa esperienza”. Parlando della crisi economica, dice: “Finché vivevo coi miei a Messina l’ho vissuta di meno. Quando sono andata a vivere a Milano ho dovuto affrontare bollette, affitto e la spesa. I miei mi hanno aiutato, ma voglio diventare presto indipendente. Ho fatto la receptionist d’albergo e la modella per pubblicità e con Miss Italia spero di raggiungere una situazione economica più stabile. Sarebbe stupido da parte mia spendere i soldi guadagnati grazie a Miss Italia, è più saggio tenerli da parte, mantenendo lo stesso tenore di vita di prima. Spero di riuscire a diventare una buona conduttrice televisiva, mi piace molto Le invasioni barbariche di Daria Bignardi. Ma niente reality: non mi sono mai piaciuti molto!”

Fonte: Top

About Edicola

Inserisci un commento

Not using HHVM