Samuele Mecucci e la sua compagna Arianna Fabbri: “Mirtha è uno spettacolo e vogliamo fare il bis!”

visto

“Tutti mi dicevano che la mia vita sarebbe cambiata e lo sapevo, ma non credevo che sarebbe diventato tutto così speciale”. Esordisce così l’ex tronista Samuele Mecucci, da poco diventato papà della piccola Mirtha. “Quando l’ho vista per la prima volta, ho pianto, lo ammetto. Quando ho visto i suoi occhioni mi sono finalmente sentito sereno. Il parto, infatti, non è stato una passeggiata”. La mamma della piccola, Arianna Fabbri, racconta: “Per 9 mesi non ho avuto problemi; in ospedale, invece, mi hanno trattenuta per una settimana. Mi hanno indotto il parto, che però poi si è fermato. Dopo sette ore di travaglio, mi hanno fatto il taglio cesareo. Sono stata malissimo, ma è stato ripagato dalla sensazione bellissima provata quando ho visto Mirtha”. Samuele, come al solito, scherza: “Ho temuto che Mirtha ci avesse ripensato! Arianna aveva dolori forti e non sapevo come aiutarla, se non trasmettendole serenità e parlandole durante l’intervento. Quando le infermiere le hanno fatto il primo bagno, ho detto loro di stare attente! Lo ammetto, sono già innamorato di lei. Sono tornato a essere corteggiatore e lei è la mia tronista ideale! La notte ha sempre dormito, non ha mai pianto ed è gioiosa. Dal punto di vista pratico, non sono molto pratico. Arianna, invece, è davvero brava, non lo immaginavo! Credevo si dovesse abituare al ruolo di mamma, invece ci sa fare”. Arianna dichiara: “Lui è bravissimo e premuroso, ma senza essere ansioso. In passato il pensiero di avere figli non mi aveva mai sfiorato, anche se prima di Samuele sono stata sposata per 12 anni. Ma la vita è imprevedibile e con lui ho subito cominciato a pensare a una famiglia. Non abbiamo programmato niente, è successo tutto in modo naturale”. Samuele aggiunge: “Sapevo che sarei andato incontro a un cambiamento, ma non immaginavo che la mia vita sarebbe stata completa, come la sento oggi. Esco presto di casa, ma non vedo l’ora di tornare per stare con Mirtha”. Quando arriva la fatidica domanda, “Quando vi sposate?” Arianna dice che ci pensano spesso, ma Samuele si nasconde dietro un “Aiuto!” e aggiunge: “Prima c’è il battesimo di Mirtha, poi ci penseremo. Scherzi a parte, non sono spaventato, ma non voglio aver fretta per un passo così importante, non perché non siamo convinti dei nostri sentimenti, ma perché vogliamo una cerimonia in grande”. E quando si chiede loro se avranno altri figli, lei dice: “Lui ne vuole uno suo, prima di sposarci. Io, invece, vorrei adottarne uno” e Samuele ribatte: “Io sono pronto. E chi dice che voglio dare solo un fratellino a Mirtha? Io la famiglia la voglio numerosa!”

Fonte: Visto

 

About Edicola

Inserisci un commento

Not using HHVM