Massimo Di Cataldo: “La perizia mi dà ragione!”

Oggi

Il cantante Massimo Di Cataldo era stato accusato dall’ex compagna Anna Laura Millacci, di averla picchiata facendole così perdere il bambino di cui era incinta. Ma la perizia del medico legale, appena resa pubblica, lo ha scagionato, certificando che “non c’è prova di lesioni né di procurato aborto”, secondo quanto riportato dall’avvocato del cantante. Il diretto interessato ha dichiarato: “Mi sento sollevato, ma faccio fatica a rallegrarmi. Questa vicenda mi ha distrutto, mi sono sentito così schiacciato dalle accuse che ho rischiato la depressione”. Tutto è cominciato lo scorso luglio, quando Anna Laura ha pubblicato sul suo Facebook delle foto col volto insanguinato specificando che era stato Massimo a ridurla così e che aveva perso il bambino di cui non sapeva di essere in attesa. Poche settimane dopo, lei era ad una festa ed il suo volto si mostrava intatto, ma si era giustificata dicendo di aver usato un make-up molto pesante. Secondo la perizia medico-legale “l’aborto è avvenuto in maniera spontanea”. Di Cataldo continua: “Ancora non so perché Anna Laura abbia deciso di buttarmi addosso quelle accuse. In questi mesi ho cercato di andare avanti, soprattutto per mia figlia, ma è stata dura. Mi sono sentito svuotato e messo alla gogna davanti a tutto il mondo, ma famiglia e amici mi sono stati vicini. Anna Laura rifiuta ogni contatto con me, non risponde nemmeno agli sms. Per vedere la mia bambina sono costretto a chiamare la tata. Credo che sia circondata da persone che la consigliano in modo sbagliato, ma le rivolgo un appello: basta farmi la guerra. Nostra figlia ha bisogno di noi!”

Fonte: Oggi

 

About Edicola

Inserisci un commento

Not using HHVM