Barbara De Rossi: “Con Manuel vedo rosa!”

Copia di de rossi 3

Barbara De Rossi è alla guida del programma Amore criminale: “Io non sono né conduttrice né attrice. Ci metto il cuore e sono semplicemente me stessa. Quando me l’hanno proposto, non ci ho pensato un attimo. Era la mia prima volta da conduttrice, ma ho pensato che fosse un’occasione di crescita professionale e così è stato. E’ stato un programma di servizio, accompagno il pubblico nelle storie che trattiamo: storie di donne vittime di uomini. Il programma esiste dal 2007, quando non esisteva la legge sullo stalking e il femminicidio non era ancora un dramma sociale. I contenuti sono sempre gli stessi, ma è cambiato il modo di percepirli. Oggi il femminicidio è un fdramma quotidiano: ogni tre giorni una donna viene uccisa da un uomo. Si è cercato di fare qualcosa contro il fenomeno, però poco è cambiato. Le donne vittime di uomini violenti continuano a non essere protette da leggi severe. Due sono le storie che mi hanno colpito: una figlia era andata a denunciare per stalking il compagno della mamma e il giorno dopo viene uccisa da lui con un colpo in viso. Ha riservato alla compagna una sofferenza peggiore della morte. Poi c’è la storia di un ragazzo che si è messo in mezzo mentre il compagno della mamma si stava scagliando contro la donna e si è preso una coltellata”. Quando le si chiede se ha avuto esperienze simili, dice: “Non mi faccia questa domanda: ci sono esperienze e un vissuto che è solo mio”. Lei, infatti, si è fatta conoscere solo grazie alla sua storia con Anthony Manfredonia, di cui dice: “Si può sbagliare per generosità e amore. Può capitare di fare del bene e ricevere del male. Con Manuel Parlato sono serena”. Poi, parlando di sua figlia, racconta: “E’ molto più bella di me. E’ alta 1,84 m, è una ragazza quadrata, con la testa a posto, mentre io ero più ribelle. Frequenta un’accademia di trucco per il cinema e se lei è felice così, lo sono anch’io”. Infine, i progetti futuri: “In L’onore e il rispetto sarò una donna siciliana bruttissima e analfabeta. A giugno andrò a ritirare il premio Barocco: una bella soddisfazione”.

Fonte: Visto

About Edicola

Inserisci un commento

Not using HHVM