Emanuela Tittocchia: “Caro Thyago Alves, mi sono pentita. Perché non ti ho seguito in Brasile?”

top

L’attrice di Centovetrine Emanuela Tittocchia confessa di essere pronta ad una svolta: “Mi auguro che l’impegno premi nel mondo dello spettacolo. A causa della crisi economica, le cose si sono messe davvero male per noi attori. Avevo preventivato anche la possibilità di mollare tutto, ma poi succede che sono innamorata di questo mestiere e perciò vado avanti. Il mio personaggio, Carmen, sta crescendo: diventerà direttrice di giornale. Nella vita privata, invece, sono single e sto perdendo le speranze. Ultimamente faccio sogni strani: una volta che aspettavo un bambino, un’altra in abito bianco…”. Quando le si fa notare, però, che ha avuto relazioni con uomini più giovani, dice: “Li preferisco spensierati, senza problemi, senza matrimoni alle spalle o figli, cosa che succede con gli uomini della mia età. E sinceramente non mi dispiace. Thyago Alves, oltre ad essere più giovane, era anche bellissimo. E’ finita perché non ho accettato di seguirlo in Brasile: avevo paura di perdere il lavoro. Ovviamente la distanza ci allontanò, e quando tornò, dopo mesi, non era più come prima. Ancora oggi mi pento: se potessi tornare indietro, partirei con lui. Poi ho avuto un’altra storia con un ragazzo giovane, finita per motivi futili”. Infine, rivela: “Ho rifiutato tante proposte indecenti. Succede così: vai al provino e il produttore di turno fa la solita battuta, ‘Prima, però, dovremmo conoscerci meglio’. Non ho mai ceduto, però ho avuto una relazione con un uomo potente, non per interesse, ma perché mi piaceva tantissimo. Qualche occasione me l’ha creata, ma altre le ho perse proprio perché, stando con lui, non mi facevo avanti per evitare equivoci. Non ho mai avuto un vero pigmalione: sono arrivata qui contando solo su me stessa”.

Fonte: Top

 

About Edicola

Inserisci un commento

Not using HHVM