Carlo Verdone: “Ecco le mie due opere migliori!”

visto

Dopo l’incredibile successo di La grande bellezza, Carlo Verdone torna con un altro film, Sotto una buona stella, con Paola Cortellesi, dove interpreta un padre “pessimo”, che abbandona i propri figli per una donna più giovane, finché la morte dell’ex moglie e un rovescio finanziario lo costringono a riprenderli in casa. A proposito del suo ruolo di padre, Verdone rivela: “Dal 1999 al 2001 mi sono preso due anni sabbatici, in cui ho portato i miei figli Paolo e Giulia per il mondo, perché li stavo perdendo: ero un padre che viveva sul set, una figura che vedevano poco dentro casa e non capivano più. All’inizio ci sono state schermaglie con la mia ex moglie, ma poi io e Gianna abbiamo cercato di andare il più possibile d’accordo per i figli. La difficoltà che ho avuto in questo film è stato incanalare questioni importanti come il lutto e la disoccupazione nei canali della commedia. I giovani nel film, con lavori precari, decidono di lavorare all’estero: l’Italia non è più un Paese per i giovani: gente di 78 anni non lascia il lavoro e i giovani sono costretti a emigrare. Questa è una delle cose che più mi addolora, perché l’80% dei figli dei miei amici è andato via: è l’unica soluzione, purtroppo”.

Fonte: Visto

 

About Edicola

Inserisci un commento

Not using HHVM