Raffaele Paganini: “Investito da un’auto, non posso più ballare. Ma mi vogliono come testimonial e ringrazio Barbara D’Urso!”

top

Il ballerino e coreografo Raffaele Paganini, spesso ospite ad Amici, ha rivelato: “Il mio principale impegno, adesso, è rappresentato dalle sedute di fisioterapie a cui mi sto sottoponendo dopo l’incidente stradale di cui sono stato vittima lo scorso anno. Mi sto riprendendo a fatica, ma ciò non m’impedisce di insegnare danza nella mia scuola di Roma. Come tutti i danzatori, sono votato al dolore e alla sofferenza e con questo spirito torno 5 volte la settimana a fare fisioterapia. Ora riesco a camminare, ama non a correre. Cerco di dedicarmi ai progetti che più mi stimolano, come quello del marchio Generoso Vacchiano, che, in occasione del lancio della sua linea da uomo, ha scelto me come testimonial. Non mi chiuderò mai nella stanza a piangere pensando al fatto di esser stato investito: è fondamentale andare avanti. Dopo l’incidente avevo tutte le ossa frantumate: mi hanno somministrato morfina per due mesi e del primo mese ho solo ricordi confusi. E pensare che fino a poco prima, i ragazzi di 20-30 anni mi facevano i complimenti per il mio fisico sempre in forma! Il mio corpo era il mio strumento di lavoro e facevo di tutto per perfezionarlo”. Quando gli si chiede chi gli è stato vicino, risponde: “Non dimenticherò mai il sostegno che mi ha dato la mia amica Barbara D’Urso. E’ una gran signora, sia a livello personale che professionale. Subito dopo aver saputo dell’incidente, mi ha contattato per darmi il suo incoraggiamento. Mia moglie rispondeva al cellulare e mi riferiva tutte le sue belle parole. Il fatto che un uomo abbia messo fine alla mia carriera da ballerino non mi impedisce di dedicarmi a nuovi progetti: ho particolarmente a cuore la coreografia; so che è molto impegnativo, ma io mi impegnerò”.

Fonte: Top

 

About Edicola

Inserisci un commento

Not using HHVM