Alessia Marcuzzi: il Grande Fratello e un bambino adottato

Top

Alessia Marcuzzi è tornata alla conduzione del Grande fratello, giunto alla tredicesima edizione nonostante l’incendio della Casa, con tanti concorrenti da scoprire e…una passerella sopraelevata: “Ho paura per via dei miei vestitini…Cercherò di sequestrare i telefonini al pubblico” ha detto lei scherzando. Ma, oltre ad essere una brava conduttrice, Alessia è soprattutto una brava mamma: “Ho fatto due figli sull’onda della passione, molto presto, dopo pochi mesi che mi ero fidanzata. E sono felice di questo, dato che sono nate due meraviglie” ha detto lei, ospite a Le invasioni barbariche.Tommaso, nato dalla prima relazione con Simone Inzaghi, ama follemente Mia, che invece è nata dall’unione con Francesco Facchinetti e Mia è gelosa di lui: se le chiedi come si chiama la mamma di Tommaso, lei risponde: “Poverino, non ce l’ha la mamma!”. Da qualche tempo la famiglia si è ulteriormente allargata. Il 23 dicembre 2011 la Marcuzzi ha scritto su Facebook: “Stamattina mio figlio ha deciso di sostenere un bimbo a distanza con Save the  children” e da allora è promotrice dell’iniziativa. Il piccolo che hanno adottato si chiama Ziad ed è egiziano. “E’ da un po’ di anni che collabora con noi” racconta Giancarla Pancione, Responsabile Donatori Individuali dell’associazione. “Le siamo grati per ciò che fa. Ci crede e si emoziona davvero. Il donatore segue il bambino durante l’intero percorso di crescita ed è possibile andare a trovarlo subito. Le donazioni vanno al progetto e non al singolo, in modo che nessun bambino nella classe venga svantaggiato. Siamo noi a scegliere i bambini, non facciamo scegliere né il sesso, ne il Paese, né l’età. E’ possibile scrivere o ricevere lettere, ma sono mediate dagli operatori, perché le differenze culturali possono turbare i bambini”.
Nel frattempo, iniziano le prime discussioni sui concorrenti del GF13: la figlia di uno dei due Marò, i napoletani tenuti prigionieri in India, aveva partecipato ai provini, ma è stata esclusa. “Non vogliamo speculare su un fatto di cronaca che potrebbe influenzare l’esito della gara” dice uno degli autori. E poi c’è il caso di Valentina Acciardi, la concorrente con un braccio amputato. Il presidente dell’Associazione Italiana Difesa Diritti Amputati ha dichiarato: “Come sempre si mostrano i cavalli vincenti: una ragazza bella, che ce l’ha fatta, nonostante tutto. Ai cavalli perdenti, quelli che ne soffrono tutti i giorni, non è stata data voce”.

Fonte: Top

About Edicola

Inserisci un commento

Not using HHVM