Federica Sciarelli: “La mia vita allo specchio”

Visto

La giornalista Federica Sciarelli viene intervistata nel camerino del suo programma Chi l’ha visto, ormai in onda da anni: “Il suo segreto è innanzitutto il fatto che offriamo un servizio alle famiglie degli scomparsi. Un servizio reso dalla redazione e dal fatto che siamo seguiti da 3 milioni di persone. Il servizio è attivo 24 su 24 e i nostri operatori prendono nota di tutte le segnalazioni e le inseriscono nei database, che, essendo ormai attivi da 26 anni, consente di effettuare elaborate ricerche, ad esempio, se si è smarrita una persona con la maglia azzurra, posso cercare tutte le persone ritrovate che indossavano una maglia azzurra. Ma dobbiamo anche saper raccontare una storia, oltre a sapere il diritto, per poter leggere gli atti dei processi. Le nostre riunioni sono proverbiali, perché ognuno ha la sua opinione sulle scomparse e a volte portano a dei litigi! Dieci anni fa io ero una felicissima giornalista Rai, lavoravo come inviata parlamentare. Quando nel 2004 il direttore di rete disse che era stato fatto il mio nome per condurre un programma di cronaca, rimasi stupita. Capii che dopo aver seguito la politica per 15 anni, era ora di cambiare. La prima cosa che ho fatto è stato considerare i casi di “scomparsa” per quello di cui si trattava: “omicidi con occultamento di cadavere”. E per capire se si tratta di omicidi mi affido al mio buon senso. Talvolta, leggendo le carte, ci si forma un’idea, poi, guardando il contesto, si intuisce che la realtà è diversa”. Quando si osserva che con un lavoro così, per lei deve essere difficile avere una bella visione della realtà, risponde: “Invece sono un’ottimista. Nelle storie che raccontiamo, cerchiamo di non indugiare sul dolore, ma di trasformarlo in rabbia. I casi dei bambini mi fanno sempre molto male: quando seppi che Tommy Onofri era stato ucciso, ho passato una notte in bianco. Ho un figlio, Giovanni, e la prima volta che è uscito di casa da solo, sono stata incollata al vetro. Ora ha anche il motorino…Detto ciò, però, non sono un’ansiosa. So che quei casi sono un’eccezione”.

Fonte: Visto

 

About Edicola

Inserisci un commento

Not using HHVM