Michelle Hunziker: “Diamo uno stipendio alle casalinghe! Il mio matrimonio? Posticipato!”

Chi

La conduttrice Michelle Hunziker si è dichiarata in favore delle quote rosa (“Abbiamo capito che la parità dei diritti deve passare attraverso la legge!”) e ora si concentra sul diritto delle casalinghe ad uno stipendio: “In Italia ci sono oltre 5 milioni di casalinghe, noi chiediamo che il loro lavoro venga considerato a tutti gli effetti e venga, quindi, retribuito. E’ giusto che chi fa una scelta nobile di occuparsi dei figli e della casa non debba dipendere economicamente dal marito. Mi sono occupata di violenza domestica, che credo dipenda dal mancato riconoscimento del ruolo delle donne in casa. In Italia c’è un modello in cui è scontato che la femmina stia a casa con i figli, in ruolo subordinato al marito, che deve quasi elemosinare soldi al marito. Se una donna non ha reddito, non ha coraggio di ribellarsi per un eventuale comportamento violento di un marito. Il sito americano Salary.com ha stimato il valore del lavoro in casa ed è pari a 7000 euro! Noi ci accontentiamo di molto meno, ma condividiamo il ragionamento”. A chi critica la loro proposta, risponde: “Dare uno stipendio alla casalinga non vuol dire impedirle di lavorare, ma darle la possibilità di scegliere. Fino ad un certo reddito del marito, dovrebbe essere lo Stato a darle lo stipendio, oltre una soglia, è il marito che le corrisponde la cifra. Siamo aperti a ogni partito che si apra alla nostra proposta. Il fatto che sia passata la legge sullo stalking è un piccolo passo, ma non possiamo dire di aver risolto i problemi delle donne. Secondo me il vero deterrente contro stalking e femminicidio è una pena forte: se uno sa che non esce più di galera, ci pensa due volte”. Passando invece alla vita privata, la bella svizzera rivela: “Io e Tomaso Trussardi desideravamo sposarci in estate, ma vogliamo fare un matrimonio talmente bello che abbiamo posticipato la data. A Project Runway lui è bravissimo e ha la battuta pronto: è un imprenditore che funziona in tv. Ora sto lavorando in Germania, mi godo la famiglia e ho scritto un progetto per la tv”. Infine, quando le si chiede della Ferrari che ha acquistato con Trussardi, risponde: “Tommy ne è amante, io l’ho accompagnato a provare questo bolide. A me basta una 500, uso la macchina di mia figlia!”

Fonte: Chi

 

About Edicola

4 commenti

  1. Quando leggo questa roba, mi chiedo come certa gente, con gli scarsi mezzi di cui dispone, sia diventata ricca e famosa…..mah.

  2. Che glielo corrisponda lei lo stipendio alle casalinghe,con quello che risparmia di benzina quando usa la 500 al posto della Ferrari. (Ma sua figlia è già maggiorenne?!?!?!?!)

Inserisci un commento

Not using HHVM