Marina Ripa di Meana: “A 72 anni torno a posare e vado dal Papa per i Marò!”

Top

Invecchierò ma con calma: il titolo del nuovo libro di Marina Ripa di Meana la dice lunga. Ecco, infatti, l’eccentrica nobildonna mentre posa in piscina, ma vestita per un fotografo emergente: “C’è un tempo per tutte le cose. Ho buttato in piscina principi, attori e politici. Ho preso parte al progetto Pesci fuor d’acqua (in cui 50 big sono immortalati in piscina) perché mi ha colpito la grande professionalità del fotografo, che si vede anche nell’approccio con cui mi ha proposto l’idea. Io sono un’istintiva e se una cosa mi piace, la faccio senza pensarci due volte. Ho visto le immagini e ho notato che mi aveva inquadrata nel mio vero modo d’essere”. Quando le si chiede qual è il suo segreto di bellezza, risponde: “Sono cattiva. Mi spiego: sono sincera, dico la mia e detesto i buonismi. Io non mi definirei così, ma pare che le parole “sincerità” e “senza peli sulla lingua” siano fuori moda. In tv, prima di andare in onda mi dicono: “Mi raccomando, sii pungente. Ma poi cercano di mettermi il bavaglio! Mantengo la bontà per quando serve: ad esempio, mi sono battuta per il pianeta, per gli animali…Mentre il nuovo Presidente del Consiglio giurava al Quirinale, io e mio marito Andrea protestavamo per i nostri “Marò“, in attesa di essere giudicati in India per aver ucciso due pescatori locali: sono convinta della loro innocenza e scrissi anche all’allora ministro Emma Bonino. Ora monitoro le mosse di Matteo Renzi, dopodiché passo a Papa Francesco I: mi piace molto e ha dimostrato di saper interloquire e ascoltare, non a caso è stato pensato per il Premio Nobel, che sarebbe ancora più meritato se intervenisse in questa causa”.

Fonte: Top

About Edicola

Inserisci un commento

Not using HHVM