Carolina Crescentini: “Sì, sono diventata grassa da stare male!”

Top

Oltre a Francesco Arca e Kasia Smutniak, tra i protagonisti del film Allacciate le cinture c’è anche l’attrice italiana Carolina Crescentini: “Lavorare con Ferzan Ozpetek è sempre un’esperienza dal solito perché non tutti i registi danno tanta attenzione agli attori, ad esempio facendoci fare dei sopralluoghi o trattando un tema come il cancro. Per il mio ruolo ho dovuto piangere spesso e anche ingrassare. Piangere non è difficili se credi in quello che dici. Ingrassare è stato difficile: mi era già capitato, di pochi chili, ma era inverno ed ero in Piemonte. In estate è più difficile. Preparavo la pasta alle 10 del mattino, poi a mezzogiorno, alle due, alla sera…E in mezzo c’erano panini, birra e dopo un po’, col caldo, finisci per sentirti male. Ogni giorno nella stanza dell’albergo Ferzan mi faceva trovare un pasticciotto, tipico dolce salentino, dopo qualche tempo due, tre, quattro…Quando ho girato la scena, non c’era più nessun pasticciotto. Sono tornata a Lecce dopo esserci stata per girare Mine vaganti nel 2010. Mi sono innamorata della città e del Salento e le persone sono come dei vecchi parenti. Non appena posso, prendo un volo e vado via: il mondo è troppo grande per non vederlo. Poi ho la mia famiglia, la musica e la fotografia. Ho appena finito di girare un film con Luca Argentero e Raoul Bova, ma non svelo i prossimi traguardi: non si svelano i sogni nel cassetto, o non si realizzano più”.

Fonte: Top

 

About Edicola

Inserisci un commento

Not using HHVM