Paolo Kessisoglu: “Mia figlia a ‘Uomini e Donne’? Spero che per allora non lo faranno più!”

Visto

Quando è lontano dalla tv, Paolo Kessisoglu del duo Luca e Paolo è molto meno politicamente scorretto e si trasforma in un tranquillo padre di famiglia. Quella stessa famiglia che lo aiuta a superare i momenti difficili, come, ad esempio, l’insuccesso del programma Giass, spostato dalla domenica al martedì. Chiedendogli come si è sentito a ballare nella sigla del programma, risponde: “Ballare? Il verbo ballare non mi si addice. Diciamo che tra me e Luca Bizzarri è una bella lotta a chi appare meno scemo”. E, parlando del suo sodalizio artistico con Luca, racconta un aneddoto: “Quando gli ho detto che mi sarei sposato, è scoppiato a ridere. Eravamo in macchina e stavamo per ammazzarci. In effetti, con Sabrina ho bruciato le tappe. Al matrimonio l’unico che piangeva ero io, ero emozionatissimo. Con mia figlia Lunita sono un papà molto presente; abbiamo avuto solo lei perché quando è nata, io stavo spesso fuori casa e per fare un figlio bisogna necessariamente stare insieme. Quando la situazione si è normalizzata, Lunita aveva 5 anni e non ce la siamo sentita di ricominciare daccapo. Ora sono felice così: meglio fare un pezzo unico! Se lei volesse fare il mio mestiere da grande, la aiuterei, ma cercherei di capire se ne ha le capacità”. E se volesse andare a Uomini e donne? “Forse per allora non lo faranno più. Non farmi angosciare prima del tempo!”. Infine, quando gli si chiede se ha mai pensato di “divorziare” da Luca sul lavoro, risponde: “Lo penso ogni giorno. Ma facciamo cose così belle e stimolanti che rompere il nostro sodalizio sarebbe stupido”.

Fonte: Visto

About Edicola

Inserisci un commento

Not using HHVM