Katia Follesa e Angelo Pisani: “Con Agata non siamo scoppiati!”

Visto

Katia Follesa era parte del duo Katia e Valeria, mentre Angelo Pisani faceva parte dei Pali e Dispari. I due si sono conosciuti a Zelig e la coppia più stabile l’hanno formata loro. E ora diventano anche una sit-com, in cui raccontano una coppia alle prese con il loro bebé, come nella vita reale: “Nessuno è mai davvero preparato alla nascita di un bambino. Nostra figlia Agata non ci ha mandati in crisi, ci ha fatto dormire notti tranquille. Il momento più difficile è stato quando a un anno e mezzo, quando ha avuto una febbre difficilissima, l’abbiamo portata nel letto con noi: riportarla nel suo letto è stata una tragedia. Abbiamo applicato il metodo “la lasciamo piangere fino allo sfinimento”, ci è dispiaciuto ma ha funzionato. Con un bambino ti ritrovi un estraneo in casa da accudire, mentre prima c’eri solo tu, ma ora io e Angelo ne faremmo altri mille. Tra noi non c’è stato conflitto, ma smarrimento e disaccordo su cosa fosse giusto. In Uno di troppo è tutto un po’ esagerato, ad esempio indossiamo un giubbino per paura che il bambino ci vomiti addosso! Angelo è giocherellone e distratto, mentre in realtà è un padre attento. Io nella fiction sono esasperata, una madre perfettina che in realtà non sono. Le suocere, invece, sono state scelte simili a quelle reali, anche se mia madre non è così rigida e altezzosa. L’aiuto dei nonni è fondamentale, ma loro si sentivano esperti di tutto e noi abbiamo dovuto lottare per imporre il nostro punto di vista. Paradossalmente, ora che abbiamo Agata usciamo più spesso perché i nostri amici storici hanno avuto anche loro dei figli, e quindi si tengono compagnia. Quando abbiamo finito di girare la sit-com, Angelo ha detto: “Domani non ti voglio vedere tutto il giorno!” perché siamo stati insieme a casa e sul lavoro. Però sul set è stata una risata continua e c’erano scene in cui ci arrivavano acqua e torte in faccia”. Infine, quando le si chiede di un altro figlio, risponde: “Ci stiamo lavorando…”

Fonte: Visto

About Edicola

Inserisci un commento

Not using HHVM