Moreno Donadoni: “Io, gentil rapper, sogno di comprare la casa ai miei e mi tengo la macchina vecchia!”

Chi

L’anno scorso ha vinto Amici, quest’anno è già tornato negli studi in veste di coach della squadra bianca. Ecco come commenta il rapper Moreno Donadoni: “Quando mi è stato proposto il ruolo di coach, ero entusiasta. Poi, ripensandoci, ho pensato: “Oddio, contro un grandissimo come Miguel Bosé dovrò cercare di essere all’altezza! Non posso trasmettere ai ragazzi l’esperienza di una lunga carriera, ma posso capire la loro voglia di vincere. Ce l’avevo io l’anno scorso. E credo di essere al posto giusto”. A proposito dell’appellativo “rapper gentile”, dice: “Non uso insulti e parolacce un po’ per distinguermi (ma chi l’ha detto che l’insulto nel rap è indispensabile?) e un po’ per prendere un bacino più ampio di pubblico: mica è un delitto! Qualche giorno fa un signore mi ha detto: “Sono felice di portare mia figlia ai tuoi concerti: la tua musica piace anche a me”. Avevo un posto sicuro come parrucchiere, mia mamma non sapeva quasi cosa fosse il rap. Facendo freestyle tornavo tardi la sera e credeva fossi entrato in un brutto giro! Oggi il mio sogno è poter comprare casa ai miei genitori, penso sia il sogno di ogni figlio. Io non l’ho ancora comprata, ma non mi sono tolto neanche degli sfizi personali: giro ancora con la mia Renault Clio del 1999!”. Infine, quando gli si chiede di commentare gli altri rapper italiani, risponde: “Fabri Fibra è il miglior paroliere che abbiamo in Italia. I 99 Posse sono bravissimi, con J-Ax ho fatto un pezzo nel mio cd che parla di me e lui: per me quella traccia è più di un brano. Nemici? Non ne parlo. E se snocciola nomi, non rispondo. Le critiche sui social? Se sono costruttive, ci rifletto. Le altre non le considero”.

Fonte: Chi

About Edicola

Inserisci un commento

Not using HHVM