Claudia Gerini a Marco Bocci: “Porta tuo figlio sempre con te sul set e vedrai, con lui tornerai bambino!”

Nuovo

Nel film L’esigenza di unirmi ogni volta con te, Claudia Gerini interpreta una cassiera che lascia il proprio posto di lavoro per seguire un poliziotto, interpretato da Marco Bocci, diventato fuorilegge per amore. Nel film, tra i due anche tante scene passionali: “Mi sento molto invidiata. Tutto il paese di Tricase, dove abbiamo girato, ha seguito le riprese e c’erano donne, ragazze e bambini: Marco è molto amato”. Ma, mentre lei è sempre impegnatissima con il leader dei Tiromancino, Federico Zampaglione, lui si è appena sposato con Laura Chiatti, che presto lo renderà padre. “Appena nascerà il bambino gli ho consigliato di portarlo dappertutto e comportarsi come sempre, perché un figlio ti mette le ali, ti fa scoprire un mondo incredibile e ti dà l’opportunità di rivivere l’infanzia. Gli ho detto di amarlo e portarlo sul set con lui. Lui è un uomo molto dolce, non me l’aspettavo così sensibile. E’ sportivo, disciplinato, umile e si è rapportato con tutta la troupe in modo armonioso. Ho conosciuto anche Laura: è venuta un paio di volte sul set durante le riprese. E’ bellissima. Sono esplosivi, sembrano entrambi innamoratissimi. Li vedo bene insieme e auguro loro di vivere una lunga storia d’amore. Il giorno delle loro nozze, però, non potevo esserci perché avevo un impegno molto importante. Inizialmente non ero stata invitata, ma poi conoscendoci meglio sul set, Marco mi ha chiesto di partecipare; io purtroppo non sono riuscita a liberarmi. Il mio compagno Federico non è stato geloso di Marco, sa che la sua donna fa film in cui ama dei bellissimi uomini! Inoltre, ha conosciuto sia lui che Laura”. Infine, l’attrice racconta la sua esperienza di beneficenza di cui è stata testimonial a Caserta: “Ho conosciuto Roberto Riccio grazie al mio amico Claudio Santamaria e mi ha veramente aperto il cuore. Non sono ancora stata in Africa, ma sono stata in Cambogia e in India e ho visto la povertà, che ti fa pensare che è impossibile non fare qualcosa per quei bambini. Ho adottato tre bimbi a distanza ed è nato tutto per caso: ero a Genova, da poco diventata mamma e trovai il dépliant del Centro Cooperazione e Sviluppo. Sono diventata loro testimonial e ne ho adottati tre! Mi arricchisce sapere che hanno avuto la possibilità di crescere anche grazie a me”.

Fonte: Nuovo

About Edicola

Un commento

  1. :mumble sì così lo allatta…

Inserisci un commento

Not using HHVM