Carmen Di Pietro: “Per i libri dei miei figli, basta parrucchiere ed estetista!”

Top

L’ex naufraga Carmen Di Pietro è stata protagonista dei salotti televisivi per anni e ha recentemente condotto il Premio Nazionale Mediterraneo a Salerno assegnato ad artisti e giornalisti, ma anche lei deve far fronte alla crisi e alle tante spese che portano i suoi due figli, Alessandro, 13, e Carmelina, 6: “Anche nella scuola d’obbligo i libri di testo costano troppo e poi c’è tutto il resto. Trovo assurdo che tutte le famiglie siano obbligate a comprare tutti i libri ogni anno, anche se cambia una virgola e il testo è sostanzialmente identico. La mia bambina va in prima elementare, quindi la spesa è molto ridotta, ma Alessandro passa in terza media e con gli anni aumenta anche il numero di libri. E’ giusto così, ma mi chiedo se nella scuola dell’obbligo non si debba cercare di ridurre i costi. L’anno scorso ho speso 300 euro, ora mi aspetta un salasso maggiore. Vado a cercare i testi usati sul Lungotevere i primi giorni di scuola, perché poi non si trova più niente. L’anno scorso ne ho trovati solo due, gli altri li ho presi in libreria. Quindi a settembre e ottobre riduco le spese delle mie adorate creme e cremine, anche se mi piange il cuore, e rinuncio ad estetista e parrucchiere. Inoltre, ho fatto un discorsetto ad Alessandro e gli ho ridotto la paghetta, perché bisogna imparare il valore dei soldi, come ho fatto io: i miei non avevano molti soldi, io avevo un solo grembiule e lo lavavo ogni sabato. Anche in classe sua c’era un ragazzo con una famiglia in difficoltà e gli ho comprato un libro, l’ho fatto volentieri. Carmelina è più portata per lo studio, mentre Alessandro vuole solo giocare a calcio, quindi lo obbligo a fare i temi. Io sono diplomata al magistrale e sono una maestra mancata!”

Fonte: To

About Edicola

Un commento

Inserisci un commento

Not using HHVM