Giorgio Albertazzi: “Ballerò in tv per Milly Carlucci, perché a 91 anni, sono più giovane che mai!”

Di più

A breve ripartirà Ballando con le stelle e Milly Carlucci ha presentato un cast d’eccezione: l’attrice di Beautiful Katherine Kelly Lang (che interpreta Brooke), l’attore Giulio Berruti, la presentatrice e attrice Giorgia Surina, la collega Marisa Laurito, il comico Teo Teocoli, il cantante neomelodico Tony Colombo, la top model Dayane Mello e dal mondo dello sport Andrew Howe, Valerio Aspromonte, Vincent Candela e Giusy Versace, che ha due protesi al posto delle gambe. Ma la punta di diamante è l’attore Giorgio Albertazzi, che con i suoi 91 anni, è il concorrente più anziano di tutte le edizioni: “Sto studiando un modo per lasciare un segno nel programma” dice lui. “Probabilmente improvviserò, da bravo teatrante, e sicuramente ci metterò tanto entusiasmo, perché questa fase della mia vita è piena di entusiasmo: presto girerò i teatri con il Re Lear di Shakespeare. Io amo la tv italiana, perché sono stato protagonista del primo sceneggiato, Delitto e castigo, andato in onda nel 1954. Ho girato 37 film, ma pochi hanno lasciato il segno: sono stato tenuto fuori da produzioni importanti perché il mondo del cinema è stato a lungo politicamente schierato a sinistra. Per fortuna, il teatro mi ha dato soddisfazioni. La più grande è l‘Amleto di Shakespeare, il sogno di ogni attore, che nel 1964 è stato un trionfo all’Old Vic di Londra”. Parlando dei suoi amori, si lascia andare anche a grandi rivelazioni: “Con la morte di Anna Proclemer, se n’è andata una parte di me. Il nostro amore, nato nel ’56, ha accompagnato una lunga parte della nostra vita e fra noi è rimasta una grande intesa, ma non le ho mai proposto di sposarmi: ero convinto che il matrimonio non fosse per me. Poi, sette anni fa, mi sono sposato. Lei si chiama Pia De’ Tolomei, è una nobildonna toscana discendente della stessa Pia De’ Tolomei della Divina Commedia. Ha portato tanta allegria nella mia vita, anche se ci vediamo poco, perché lei non lascia la sua tenuta in Maremma: forse il segreto per un buon matrimonio è vedersi poco! Mia moglie non è gelosa: diventa amica delle mie “amiche”. Così, quando gli si chiede se vuole intendere che l’ha tradita, risponde: “Tradire è una brutta parola, io mi innamoro di tutte. Sono innamoramenti che non tolgono mia moglie dal piedistallo, a volte passano per l’eros, per l’attrazione. Mi è capitato anche con gli uomini. Di rado, ma è successo. Quando capivo che un uomo mi desiderava, lasciavo che le cose si spingessero più in là: una volta, ad esempio, ho baciato il regista Luchino Visconti. Ma non mi sono mai innamorato di un uomo. Il vero oggetto del mio desiderio sono sempre state le donne. I segreti della mia vitalità? 1) mangio solo lo stretto necessario 2) non mangio carne 3) mangio prima il cibo crudo e poi quello cotto: aiuta contro i radicali liberi 4) mangio adagio. Ma l’elisir di giovinezza è continuare a fare progetti: io ci ho messo 91 anni per diventare giovane come sono ora”.

Fonte: Di più

About Edicola

Inserisci un commento

Not using HHVM