Gianni Nazzaro: “Ho fatto pace con mio figlio Giannetto e ora voglio sposare Nada, la mia ex moglie!”

Nuovo

Gianni Nazzaro è tra i concorrenti del Tale e quale show, di cui ha vinto la quarta puntata grazie all’imitazione di Massimo Ranieri. “Ho saputo tramite amici comuni che gli è piaciuta l’imitazione, specialmente il trucco. Sulla voce non si è espresso, ma sono comunque contento” dice lui, Per il cantante, inoltre, è un periodo di serenità anche nella vita privata: dopo una storia con la modella Catherine Frank, infatti, è tornato con la prima moglie Nada Ovcina, dalla quale aveva avuto due figli, Giannetto e Giorgia. Gli altri due figli nati dalla seconda moglie, Mattia e David, hanno avuto guai giudiziari e di tossicodipendenza, mentre i primi hanno sofferto per l’assenza del padre. Oggi, per fortuna, le cose sono cambiate: “Per anni, travolto a circostanze negative, incertezze e paure, non sono riuscito né a ridere né a piangere. Oggi finalmente torno a vivere. Per questo devo ringraziare Nada: nonostante io l’abbia fatta soffrire, lei mi è rimasta sempre vicina e ha lottato perché io tornassi alla ribalta. Per tutti lei è mia moglie, ma in realtà siamo divorziati. Ecco perché ho deciso di risposarla. E’ possibile che mio figlio Giannetto sia il testimone di nozze: negli ultimi anni ci siamo ritrovati. Il nostro rapporto si è rovesciato ed è lui a farmi da padre, nel senso che mi consiglia ed è protettivo nei miei confronti. Quando ha saputo che avrei imitato Ranieri, mi ha detto: “Ci vuole coraggio, ma provaci, perché ne vale la pena”. Nada ha spinto lui e Giorgia a volermi bene comunque, ed è per questo che è stato possibile riprendere un dialogo. Con gli altri miei figli, invece, Catherine ha inculcato odio nei miei confronti e solo ora che sono due uomini abbiamo ripreso a parlare. Come padre mi do un voto bassissimo: ho commesso tanti errori e credo che mi sentirò sempre in colpa. Oggi ho il diritto di uscire da questo tunnel e iniziare una nuova fase ella vita accanto ai miei figli. Durante il periodo di assenza dalle scene, ho patito per l’impossibilità di esprimermi, che per un artista è il massimo della frustrazione. Il pubblico però non mi ha mai dimenticato e ora sentirmi riscoperto mi dà gioia”.

Fonte: Nuovo

About Edicola

3 commenti

  1. Ma si puo’ dare il nome GIANNETTO a un figlio??? :red :red :red

  2. e se il padre si chiamasse gabi?
    il figlio…..

Inserisci un commento

Not using HHVM