Christian De Sica: “L’Italia non perdona il successo!”

Cronaca rosa

L’attore Christian De Sica è attualmente in tv nel ruolo di giurato nel Tale e quale show, il programma di imitazioni condotto da Carlo Conti, ma è anche impegnato a teatro con Cinecittà e torna proprio in questi giorni al cinema con La scuola più bella del mondo, che pare segnare la fine dell’era dei suoi cinepanettoni. “Vedo i film comici di oggi e non mi sembrano molto diversi dai cinepanettoni. Tutti a dire ‘Il cinepanettone è morto’, ma mi sembra che lo si voglia distruggere a tutti i costi. Se una cosa funziona, distruggiamola! Grazie a Dio, abbiamo vinto un Oscar grazie a Paolo Sorrentino e al suo film, La grande bellezza. Ma poi Sorrentino lo hanno massacrato: l’Italia è un paese che non ti perdona il successo. In un cinema che fa una fatica bestiale, buttate merda addosso a quello che vince?” ha dichiarato lui. E, nonostante il clima difficile, cerca di portare avanti il suo progetto, ossia realizzare un film sulla storia d’amore tra i suoi genitori, il grande Vittorio De Sica e Maria Mercader: “Una donna d’altri tempi, simpatica e spiritosa, completamente incosciente. I fascisti le hanno buttato giù la casa e lei è andata in Francia, per recitare. Aveva più fascino di mio padre, ma lui la chiuse in casa e lei ha vissuto la sua vita innamorata di mio padre, tra il parrucchiere e le partite a carte con gli zii. Ma voglio raccontare anche di come mio padre, aspettando la liberazione di Roma, si mise a girare per il Vaticano, territorio neutro, con ebrei, comunisti e omosessuali, che in questo modo si sono salvati. Ma non potrei interpretarlo io: ho fatto troppi Vacanze di Natale per interpretare un ruolo drammatico!” commenta lui.

Fonte: Cronaca rosa

About Edicola

Inserisci un commento

Not using HHVM