Elena Sofia Ricci: “Ho trovato Dio…E sto meglio senza I Cesaroni!”

Cronaca rosa

Ad oltre trent’anni dal suo debutto, Elena Sofia Ricci è sempre rimasta un’attrice con i piedi per terra, nonostante i grandi successi ottenuti recentemente. Uscita dalla fiction I Cesaroni, in cui interpretava Lucia, adesso è protagonista di Che Dio ci aiuti 3, che ha superato i 6,5 milioni di telespettatori. Segno anche che la concorrenza, rappresentata appunto da I Cesaroni, è in crisi: “E’ una formula che non funziona più come prima, perché ora sono tutte storie separate, manca interazione tra adulti e ragazzi. Noi attori l’avevamo sempre detto e il pubblico ci ha dato ragione. Le cose a un certo punto devono finire, bisognerebbe avere il coraggio di smettere” ha dichiarato lei. “Lucia è a New York. Io non avevo più niente da dire con quel personaggio. Lei e Giulio si sono lasciati, sono tornati insieme, si sono lasciati di nuovo…Quando una coppia arriva al “Vissero felici e contenti” al pubblico piace, quando si tirano i piatti, non gliene frega più niente. Rimpianti? Nessuno, sto molto bene in convento” scherza lei, che adesso interpreta suor Angela. E, proprio grazie alla fiction, rivela di aver ritrovato il suo rapporto con la fede: “Vestire questi panni significa assumersi delle responsabilità, anche come portatrice della parola di Cristo: Suor Angela fa anche opera di evangelizzazione. Mi sento responsabile di ciò che comporta questo ruolo. Sono stata anche ospite in un convento di clausura, perché avevano sentito che avevo una missione. Una suora mi ha invitata ad andare nel loro convento e ho imparato tutto, ad essere amata in un luogo che non è di questa terra. In quel luogo ho potuto toccare concretamente Dio. Viviamo in un’epoca di deriva e di bisogno di spiritualità. Serve qualcuno che parli di amore per il prossimo. Questo spiega anche il grande successo di Papa Francesco I“. Infine, rivela qualcosa sul suo nuovo progetto, Romeo e Giulietta: “Interpreto il ruolo della balia. Ormai alla mia età, mi offrono solo ruoli da zia, suora, balia. Le scene d’amore le vedo sul lanternino anche sul grande schermo!”

Fonte: Cronaca rosa

About Edicola

Inserisci un commento

Not using HHVM