Max Bertolani: “Un giorno da muratore!”

Top

Dopo un incidente che lo ha costretto all’immobilità, dal quale ora si sta riprendendo, l’ex naufrago Max Bertolani trascorre un giorno da muratore con Bruno Stasi di Gran Project srl: “Sono tornato indietro nel tempo: quando ero ragazzino, dopo le scuole medie, o si andava a studiare o si andava a fare questo mestiere. Mio padre mi ha forzato a fare il liceo classico e mi diceva che avrei avuto tempo per imparare i lavori manuali, e lo sto facendo adesso. Ho sempre ammirato chi, passo dopo passo, era in grado di costruire qualcosa. Ho alzato un muro con Bruno e mi sono sentito soddisfatto. Nel mio percorso nello sport e nella tv mi sento di aver costruito una vita che rispecchia i miei sogni. E’ come quando si costruisce una casa: ho lavorato prima sulle fondamenta solide, mettendo insieme mattone dopo mattone una storia seria, poi l’ho decorata con riconoscimenti pubblici e privati. Infine, ho ristrutturato là dove andava fatto e talvolta adattando lo stile“. E, proprio parlando delle soddisfazioni della sua vita, Max racconta anche dell’incidente che lo ha costretto a un riposo forzato: “E’ successo durante un quadrangolare di football americano, era come se una gamba non mi reggesse più: il menisco era andato. Ho avuto paura di non rialzarmi, molti medici mi davano per spacciato e dicevano che lo sport non ci sarebbe più stato nella mia vita. Ma ho trovato un medico che ha capito realmente il mio problema e che avrei lottato fino al recupero finale“. Poi, è arrivata l’idea di far “fruttare” la sua storia grazie al programma Detto fatto: “Ho raccontato a Caterina Balivo quello che stava succedendo, ricominciando da zero, lavorando sia sul mio corpo che sulla testa e la motivazione. Quindi ho inventato una rubrica in cui si fa sport con quello che si trova in casa: asciugamani, bottiglie del detersivo, e do suggerimenti sull’alimentazione. Nel cibo inizialmente trovi conforto, ma io mi sono ritrovato con 15 chili di troppo. Oggi ho perso 9 chili. Il mio segreto? Un pasto deve nutrire, un altro dare energia senza appesantire: sostituisco il pranzo con una barretta, così posso allenarmi a pranzo!

Fonte: Top

About Edicola

Un commento

  1. ecco,bravo,,,,meglio un giorno da muratore che cento da pupazzo.

Inserisci un commento

Not using HHVM