Veronica Maya: “Prima le feste con i bimbi e poi le nozze con Marco. Alla mia vita non manca nulla!”

Nuovo

La conduttrice Veronica Maya si è divisa tra Roma e Napoli, tra la famiglia e gli impegni televisivi, ma adesso si gode le feste di Natale con il compagno Marco e i due figli Riccardo e Tancredi. Quando le si fa notare che già più volte ha annunciato le nozze, ma queste non sono ancora arrivate, lei risponde: “Sono convinta che quando ci sposeremo, non farà più notizia! Sembra sempre che le mie nozze siano imminenti, ma in realtà devo ancora aspettare il divorzio dal mio primo marito. Quando ci sarà, io e Marco ci sposeremo. E’ inutile parlarne ora, non ci manca nulla. Per noi è una pura formalità e il matrimonio non è un mio pensiero fisso attualmente. La gioia dei nostri bambini ci riempie il cuore, ti anima, ti motiva. E’ importante far capire loro l’importanza delle feste: sono stati bravissimi e ci hanno aiutato nella preparazione dell’albero e del presepe. Da quando abbiamo preso casa a Napoli, abbiamo inaugurato un Christmas Party per gli amici: preparo personalmente torte rustiche, pasta al forno, polpette, dolci tradizionali“. Dopo aver raccontato qualche dettaglio sull’educazione dei loro bambini, mirata a renderli indipendenti, Veronica parla dell’incidente che l’ha coinvolta a Tale e quale show, quando, durante un’esibizione, il vestito le è scivolato e ha mostrato il seno: “E’ stato bello lavorare con Carlo Conti e incontrare colleghi con cui poi ho legato. Ho interpretato personaggi diversi da me, giocando sul mio lato sexy. Ho imparato a conoscere alcuni miei limiti, a superarne alcun. Il programma per me è stato una grossa vetrina, nonostante qualche critica. Non è vero che mi è stata tolta la conduzione di Linea bianca perché ho mostrato il seno, era una cosa già decisa da tempo. Se ci fossero stati davvero problemi, ci sarebbero state conseguenze anche per lo Zecchino d’oro, invece i frati dell’Antoniano mi hanno confermata. Adesso mi dedico ai bambini, ma ho idee e progetti nuovi. Ogni tanto fermarsi non fa male, per ripartire meglio. Sono al termine di 10 anni ininterrotti di lavoro quotidiano, con in mezzo due gravidanze. Ho avuto soddisfazioni, ma c’è anche tanta stanchezza e mi prendo volentieri alcuni mesi di pausa. Farò una festa in casa per il compleanno di Riccardo, sono contraria alla mania di affittare locali e prendere animatori: ai bimbi serve poco. Una femminuccia? E’ il buon Dio che la manda, se vuole. Comunque, al momento, non ci pensiamo“.

Fonte: Nuovo

About Edicola

Inserisci un commento

Not using HHVM