Giusy Versace: “Antonio è la mia vittoria”…Ma non è geloso di queste foto?

Chi

Nel 2005 Giusy Versace ha perso entrambe le gambe in un incidente d’auto, ma da allora non si è mai fermata, ottenendo prima una serie di successi come atleta paralimpica e poi con la vittoria a Ballando con le stelle, in coppia con Raimondo Todaro. Intervistata da Chi, Giusy si apre per la prima volta anche su altri argomenti: “Sesso? Non ne ho mai parlato prima. Oggi mi sento più sicura, quindi chieda pure“. Dopo la vittoria a Ballando, ha festeggiato facendo l’amore col suo ragazzo? “No, ero troppo stanca. Il mio fidanzato Antonio Magro, anche lui atleta paralimpico perché senza una gamba, ha capito. Avevo dolore. Le protesi lasciano segni e cicatrici, i muscoli non li sentivo più. Ancora oggi sono piena di lividi e tagli, ma non mi sono mai lamentata. Però, il giorno dopo, mi sono rifatta e alla grande. Il sesso è qualcosa che fa parte della mia vita anche dopo l’incidente. Non ho mai avuto un vero blocco, ma non lo vivo come un’ossessione. Sono fidanzata da sette anni, lui vive a Catania, e quando ci vediamo, sappiamo come godercela“. Quando le si fa notare che anche con il suo maestro Raimondo si notava una certa alchimia, risponde: “Siamo entrambi impegnati. In un’altra vita, saremmo potuti essere una bella coppia: lui sa come tenermi testa. E quando mi è volata una gamba, ha saputo proteggermi. Ma siamo persone mature e il nostro affetto non è mai andato al di là del lecito” spiega lei, che così smentisce le foto pubblicate da Nuovo, nelle quali lei e Raimondo si tengono per mano. Pare, quindi, che sia Antonio che Francesca, la signora Todaro, possano tirare un respiro di sollievo. O forse no? I due, infatti, continuano la loro collaborazione in uno spettacolo teatrale: “Abbiamo portato in scena la mia vita in uno spettacolo teatrale diviso in sei momenti, in un’unica data a Catania. Mi piacerebbe replicare nella mia città, Reggio Calabria“. Proprio da lì le è arrivata la proposta di entrare in politica: “Sì, è vero, ma per fare il consigliere comunale dovrei vivere in Calabria e non è fattibile: la mia vita, ormai, è a Milano. Matteo Renzi ha proposto Roma per le Olimpiadi, ma non credo che la Capitale abbia le strutture adeguate“.

Fonte: Chi, Nuovo

About Edicola

Inserisci un commento

Not using HHVM