La Marchesa Daniela Del Secco D’Aragona: “Vi insegno io come non finire tra le braccia dell’uomo sbagliato!”

Nuovo

Con i suoi modi sempre sopra le righe, la Marchesa Daniela Del Secco D’Aragona è stata la protagonista indiscussa della seconda edizione di Pechino Express, al punto da essere invitata anche nell’edizione successiva, in un ruolo tutto particolare: quello di “penitenza” per i concorrenti. Adesso la nobildonna ha ripreso la sua vita di prima: vive in una villa vicino la Fontana di Trevi con i suoi chihuahua: di un uomo al suo fianco non se ne parla. La Marchesa, infatti, è stata fotografata in un bar mentre baciava un uomo, ma lei precisa: “Fidanzamento ufficiale? Per carità! Un corteggiamento non va preso a cuor leggero: noi donne abbiamo il dovere di far palpitare il cuore dell’uomo senza fretta, cercando di capire, mese dopo mese, se fa al caso nostro.  Oggi moltissime donne si lamentano per rapporti che vanno all’aria in breve tempo. Questo accade perché ci si concede troppo in fretta!“. Così, quando le si chiede se l’uomo con cui è stata fotografata, che è l’artista italo-cubano Bobo Ivancich de la Torriente, potrebbe essere quello giusto, risponde: “Ci stiamo conoscendo. E’ un uomo affascinante, mi è stato presentato da due amici fraterni che in un certo senso hanno garantito per lui! Lui voleva conoscermi: mi aveva vista in tv ed era rimasto colpito da me, così ci siamo conosciuti durante la Mostra del Cinema di Venezia. Lui parla pochissimo, ma col suo mutismo bilancia la mia esuberanza! I modi sono fondamentali: più che il blasone e i soldi, contano educazione e carattere. Poi, un mese dopo, trovandomi di nuovo a Venezia, l’ho invitato a prendere un tè. Lui mi ha raggiunta, ma c’erano anche mia figlia Ludovica con suo marito“. Le foto, infatti, testimoniano che la Marchesa ha già fatto le presentazioni, ma lei chiarisce: “Soli? Ma scherziamo? Prima di poter uscire da soli, è necessario conoscere il parere della famiglia sul corteggiatore! Lui è piaciuto molto. A quel punto, ho accettato di visitare il suo studio di pittura e insieme abbiamo fatto un giro in gondola. Poi, per un mese, mi ha riempita di fiori e così ho accettato il suo invito e sono tornata a Venezia. Sul tavolo del ristorante c’erano dei fiori e io volevo ringraziarlo con un bacio sulla guancia, ma lui si è voltato di scatto e ne è nato un bacio a stampo. Per me, per avere un bacio, un uomo deve faticare! Tutte le donne dovrebbero pensarla così“. Infine, quando le si chiede se le manca l’amore, risponde: “Ho tanti progetti, il mio secondo libro, il varo della mia Accademia di bon ton, cerimonie e poi…un musical da protagonista!

Fonte: Nuovo

About Edicola

Inserisci un commento

Not using HHVM