Trascorse le prime feste da zio, Sergio Arcuri non ha più dubbi: “Voglio diventare anch’io papà!”

Nuovo

Da quando sua sorella Manuela Arcuri è diventata mamma del piccolo Mattia, anche Sergio Arcuri ha voglia di metter su famiglia. Durante le vacanze di Natale, a riposo dai set, infatti, l’attore si è goduto un po’ il nipotino e ora racconta: “La realtà supera sempre la fantasia, in meglio! Le feste sono state davvero emozionanti perché sono molto legato al mio nipotino. Manuela è davvero una grande mamma: è sorprendente vedere l’attenzione che dedica ogni giorno a suo figlio e quanto lo ami. Manuela e il suo compagno Giovanni Di Gianfrancesco hanno entrambi il desiderio di sposarsi: è un passo che faranno sicuramente, al momento giusto. Mio nipote mi ha fatto venire voglia di diventare papà…E Manuela ha voglia di diventare zia!“. Così, quando gli si chiede se ha trovato l’amore, dato che ultimamente si parla anche di una sua relazione con l’attrice Euridice Axen, risponde: “Sì, l’ho trovata, ma ci frequentiamo da poco e non voglio dire nulla per scaramanzia. E’ una persona speciale, mi fa battere il cuore e non le ho ancora trovato un difetto. Potrebbe essere quella giusta. Speriamo!“. D’altronde, Sergio ha appena compiuto 40 anni ed è arrivato il momento di trovare un po’ di stabilità: “Sono contento di quello che ho fatto finora, anche se so che ho ancora da imparare. Ho iniziato a collaborare come produttore per una nuova fiction su Canale 5: vedere realizzato quello che è stato pensato e a cui si è lavorato per mesi è magnifico! Non ho mai abbandonato la mia laurea in ingegneria e il mio lavoro da manager: anzi, questo nuovo lavoro mi sta permettendo di sfruttare molte delle nozioni imparate. Oltre all’attore ho sempre fatto l’imprenditore e non ho intenzione di smettere: ho un paio di vecchie società aperte con degli amici e stiamo mettendo a punto dei nuovi progetti. Mia madre ormai si è rassegnata all’idea di avere due attori in famiglia, ma non ha interferito nelle mie scelte. Per lei è importante che i suoi figli siano felici. Di tutti i personaggi resto molto legato a Dario di Squadra antimafia: l’interpretazione di un personaggio sensibile e problematico ha fatto sì che mettessi l’anima in quello che stavo facendo“.

Fonte: Nuovo

About Edicola

Inserisci un commento

Not using HHVM